fbpx

Reggio Calabria, un frequentatore storico del Lido Comunale: “mancano minimi presupposti di sicurezza, è il primo anno che dobbiamo affrontare disagi così enormi”

Foto Salvatore Dato

Reggio Calabria: la segnalazione di un lettore e storico frequentatore del Lido Comunale

Un frequentatore storico del Lido Comunale di Reggio Calabria ci ha inviato una lettera che pubblichiamo integralmente sulla sicurezza balneare all’interno della struttura.

Buongiorno sono Luigi Richichi, cittadino di Reggio Calabria e frequentatore del Lido Comunale dal lontano 1978, la mia è una semplice e curiosa domanda ma ricca di dubbi, che vorrei che qualcuno dei competenti possa sciogliere, a tergo cercherò di essere più descrittivo:

Come può un Lido comunale titolare di concessione demaniale, essere aperto senza avere:

-servizio di salvataggio
-torrette per i bagnini
-infermeria di pronto soccorso
– il battello di salvataggio
-le due linee di gavitelli a mare che delimitano la zona di balneazione mi pare a 200 mt dalla battigia!
-le cabine pericolanti e non in sicurezza

Qui siamo tante famiglie che  da anni abbiamo le cabine, ed è il primo anno che riscontriamo questo enorme disagio. Vi prego di darci il prima possibile delle informazioni rassicuranti.

Distinti saluti
Luigi Richichi

Falcomatà fuori controllo su facebook dopo il sopralluogo al Lido: “come al solito vengo lodato, apprezzato e amato”