fbpx

Por Calabria, l’eurodeputato Andrea Cozzolino: “numeri chiari, la Regione sta facendo passi da gigante”

Regione Calabria

Por Calabria, l’eurodeputato del Pd Andrea Cozzolino: “numeri chiari, la Regione sta facendo passi da gigante. Il Movimento 5 Stelle rifletta prima di montare polemiche infondate”

“Nessuna ombra sull’utilizzo dei Por Calabria 2014-2020. La Regione sta facendo passi da gigante. La collega Ferrara rifletta prima di esprimere giudizi privi di fondamento”. È quanto afferma l’europarlamentare del Partito Democratico Andrea Cozzolino, replicando ad alcune dichiarazioni della collega grillina Laura Ferrara. L’esponente del M5S, nelle scorse ore, ha parlato di scarsa trasparenza e di dati contradditori in merito al target di spesa intermedio da raggiungere entro il 31 dicembre 2018. “La collega Laura Ferrara, che tanto bene sta lavorando in Commissione per le Libertà Civili del Parlamento Europeo, quando si trova a parlare di Fondi Europei e di Calabria, tende a perdere lucidità, probabilmente accecata dalla foga della polemica “a tanto al kilo” – queste le parole di Cozzolino – In particolare, la sua ostinazione sui tassi di assorbimento del Por-Fesr Calabria e sul raggiungimento dei target al 31 dicembre 2018, arriva a sfidare le leggi della fisica, oltre che quelle della politica”. Cozzolino prova a chiarire i dubbi algebrici sollevati dalla collega dei 5Stelle: “Il problema starebbe nell’incertezza delle cifre: quale è il vero ammontare del target da raggiungere a fine 2018, 363 o 446 milioni di euro? La risposta si cela dietro un semplice calcolo algebrico. I 363 milioni (utilizzati come riferimento dall’Agenzia per la Coesione italiana) altro non sono che il risultato del totale della quota comunitaria (446milioni, cifra invece usata dalla Commissione Europea), sommati al cofinanziamento nazionale (25%, pari a 91milioni) e dedotto del prefinanziamento (174milioni). Se si utilizza questa metodologia, il dato di certificazione fatto segnare dalla Calabria al 31 dicembre 2018 risulta pari a 420milioni di euro, ben al di sopra di quanto richiesto. Viceversa, se assumiamo un target di 446milioni, il risultato ottenuto dalla Calabria e certificato dalla Commissione – peraltro nella stessa risposta data alla collega Ferrara – ammonta a 489 milioni. Da qualsiasi verso la si veda, la Calabria ha meritato di essere promossa e anche a pieni voti, andando ampiamente oltre il target fissato”. Secondo l’eurodeputato del Pd è vero che serve maggiore chiarezza sui margini di spesa delle Regioni, ma definisce “capziosa” e “sterile” la polemica politica sollevata dai grillini. “Penso che la collega ponga un problema giusto, per quanto provi a utilizzarlo in maniera capziosa per fare della sterile polemica politica. La Commissione andrebbe interrogata e sollecitata affinché smetta di applicare metodologie di calcolo differenti, a seconda del livello territoriale di certificazione. La verità è che la Calabria, dopo essere stata per anni la Cenerentola delle Regioni, si avvia a grandi passi e per il secondo anno consecutivo a raggiungere e superare gli obiettivi previsti anche per il 2019. Per questo credo che, se finanche la Commissione Europea – solitamente pronta a bastonarci per mancanze, omissioni o ritardi – attesti e ribadisca la bontà del lavoro che si sta compiendo, sarebbe più giusto – conclude Cozzolino – mettere per un momento da parte le pretestuose argomentazioni e contribuire, tutti insieme e in maniera propositiva, a fare ancora meglio, nell’interesse esclusivo dei cittadini e dei territori”.