fbpx

Migranti: Calderoli, ‘Matteo non ti curar di Carola e tira dritto’

Roma, 5 lug. (AdnKronos) – “La capitana tedesca Carola Rackete viola delle nostre leggi vigenti, leggi sulla nostra sicurezza, trasporta clandestini, forza un blocco navale, mette a rischio la vita di nostri uomini in divisa, eppure se la cava come se avesse parcheggiato l’auto in divieto di sosta, ma adesso ribaltando ogni logica denuncia il nostro ministro dell’Interno che magari rischia un procedimento penale? Dunque si può entrare in un porto senza autorizzazione, con dei clandestini a bordo, rischiando di uccidere 5 uomini delle nostre Forze dell’Ordine, senza poi avere alcun problema, mentre si rischiano denunce e conseguenti processi se si chiede il rispetto della legge? Ammetto che qualcosa non mi quadra”¦”. Lo afferma il senatore della Lega Roberto Calderoli, vicepresidente del Senato.
“Comunque Matteo -aggiunge- non ti curar di lei e tira dritto per la tua strada, quella della tutela dei nostri confini e del rispetto delle nostre leggi: gli italiani sono con te. Avanti cosi!”.