Categoria: MESSINANEWSSICILIA

Messina, ex scuole Foscolo e Donato: la legge regionale prevede bandi speciali per le famiglie

Messina: le famiglie dell’ex scuole Foscolo e Donato possono partecipare ai bandi regionali per gli alloggi popolari

Nella seduta del 3 Luglio della 4ª Commissione consiliare è stato trattato quale OdG, su proposta dello stesso Coordinatore di Commissione Cons. Franco Laimo, la problematica dell’Emergenza Abitativa delle ex suole Ugo Foscolo di Via Palermo e Pietro Donato del Villaggio Paradiso a Messina.
Già nelle scorse settimane il Cons. Laimo assieme ad alcuni colleghi avevano effettuato un sopralluogo nel sito di Via Palermo, appurando l’assenza delle condizioni base igienico sanitarie e di sicurezza per viverci: presenza di grossi ratti che dai cortili scorrazzavano all’interno del plesso, zecce e pulci, impianto elettrico non a norma, bagni guasti ed ambienti fatiscenti non adeguati per abitarci.
“Sono stati richiesti interventi per eliminare vecchie mobilie in disuso e– spiega Laimo-grazie alla Collaborazione con Messinaservizi, che ha fornito due cassoni per eliminare gli ingombranti, parte della vecchia palestra e diverse stanze sono state liberate, ma la situazione resta critica, così come nell’ex istituto Pietro Donato di Paradiso.
Nella seduta della 4ª Commissione Consiliare del 3 luglio, prosegue Laimo (che ha avuto modo di interloquire con il Presidente dell’Unione Inquilini), si è evidenziato che vi è la possibilità per determinate categorie di persone (queste famiglie che necessitano di aiuti, le cui condizioni abitative sono precarie), di poter rientrare in Bandi speciali per avere degli alloggi popolari.
La Legge Regionale n°11 del 09/08/2002 all’art.6, infatti prevede che in deroga alle vigenti disposizioni, è possibile l’assegnazione degli alloggi destinati alla sistemazione dei nuclei familiari in dipendenza di gravi esigenze abitative o per tutelare l’esigenza di particolari categorie sociali, ed il comune in tali casi, provvede all’emanazione di bandi speciali con l’indicazione di eventuali requisiti aggiuntivi o specifici.
E’ ciò che si chiede per le dieci famiglie dell’ex scuola Ugo Foscolo e le cinque della Pietro Donato, prosegue Laimo, ove ricordiamo ci sono anche diversi bambini ed una donna gravita.
Durante i lavori di commissione si è presa visione inoltre della Deliberazione di Giunta Comunale n°86 del 20/02/2018 e della presa d’atto comodato d’uso dei locali della ex scuola Ugo Foscolo del 12/07/2016 a firma del Dirigente Avv. Domenico Zaccone, proposta istruita dal Dipartimento delle Politiche Sociali a firma degli allora Assessori Dott. Sebastiano Pino e Dott.ssa Antonina Santisi, per il comodato d’uso delle famiglie.
Secondo Laimo “dopo le autorizzazioni ottenute dall’amministrazione Accorinti, tali famiglie non possono essere abbandonate in tali luoghi, quei luoghi che dovrebbero essere restituiti alla collettività mediante la creazione di centri ricreativi per anziani e bambini”.