Messina: 13 arresti per spaccio, in una macelleria la ‘centrale’ dell’organizzazione (2)

(AdnKronos) – Il pagamento della droga era ‘garantito’ anche attraverso il ricorso alla violenza e alle intimidazioni, strumenti utilizzati anche per garantirsi l’impunità attraverso la reticenza degli acquirenti duranti eventuali controlli dei carabinieri. In alcuni casi gli indagati hanno anche cercato di ostacolare le indagini dei militari danneggiando una telecamera di video sorveglianza, utilizzata per monitorarli, e dotandosi di sistemi in grado di captare la presenza di eventuali microspie all’interno della macelleria.
Uno dei componenti dell’organizzazione inoltre rivendeva sul mercato legale, grazie alla complicità di un gioielliere, gioielli in oro e altri preziosi rubati. L’indagine ha consentito di arrestare in flagranza tre persone, di sequestrare circa un chilo di hashish, 200 grammi di marijuana, 30 grammi di cocaina e sequestrare circa 2.500 euro provento dell’attività di spaccio.


Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...


INFORMAZIONI PUBBLICITARIE