Categoria: 1° PIANOCALABRIAEDITORIALINEWSNOTIZIE DALL'ITALIAREGGIO CALABRIA

Fico, Toninelli e la reggina Dieni nella lista dei parlamentari grillini che non restituiscono lo stipendio [NOMI]

Ecco la lista dei parlamentari del M5S che non restituiscono lo stipendio: tanti i big che non versano da mesi. Dopo lo scandalo del 2018 scoperto da “Le Iene”, molti grillini continuano a non pagare

Dopo lo scandalo dei “finti” rimborsi scoperto da “Le Iene” nel 2018, molti parlamentari del Movimento 5 Stelle continuano anche in questo 2019 a non restituire la parte di stipendio che – in base agli accordi interni al Movimento con Grillo e Casaleggio – deve essere accantonata per scopi sociali. E così proprio il partito degli “onesti” e dei moralisti, non rispettano neanche gli accordi con se’ stessi. Il dato emerge dal sito ufficiale dello stesso Movimento 5 Stelle, “Tirendiconto”, dove vengono pubblicate le cifre e i dettagli sulle spese dei grillini.

Il fatto grottesco è che tra coloro che “non pagano” ci sono, tra gli altri,  i “guru” del movimento, i grandi “capi”, i ministri e personaggi di spicco del governo Conte. Tra questi troviamo Danilo Tonelli (Ministro dei Trasporti), Roberto Fico (Presidente della Camera), Marta Grande (Presidente Commissione Affari Esteri), Andrea Vallascas(Capogruppo della Commissione Attività Produttive), Dalila Nesci (organizzatrice dei seminari di Parole Guerriere), Daniele Del grosso (delegato d’aula), Gianluca Vacca (sottosegretario del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali) Carla Ruocco (Presidente Commissione Finanze) e tanti, tanti altri da esaminare con l’elenco a corredo dell’articolo.

Inoltre, per rimanere a Reggio Calabria e in Regione, troviamo la reggina Federica Dieni, il cinquefrondese eletto nel cosentino, Massimo Misiti, la tropeana Dalila Nesci, il polistenese Giuseppe Auddino (da restituire Marzo-Aprile e Maggio), il cosentino Paolo Parentela (anche lui come Auddino gli ultimi tre mesi).

Non dà il buon esempio Luigi Di Maio, il vicepremier e “capo politico” dei grillini: anche lui deve ancora restituire gli ultimi tre mesi.

Immaginiamo che da qui a qualche giorno tutti pagheranno il dovuto e le varie spettanze, fatto sta che resta un certo amaro in bocca a chi credeva che il Movimento 5 Stelle avrebbe mantenuto in tutte le proprie componenti, o almeno in quelle di più alta rappresentanza, quello spirito puritano e rispettoso degli accordi presi con i propri elettori.

Condividi
Pubblicato da
Danilo Loria
Tags: movimento 5 stelle