fbpx

Stop a bivacco e accattonaggio, tuona Cambiamo Messina dal Basso: “Ordinanza vergognosa”

LaPresse

Cambiamo Messina dal Basso: “La povertà si combatte col diritto al lavoro, alla casa, alla salute”

“Processioni, inginocchiamenti, litanie e giaculatorie: ma nulla a che vedere col Vangelo, Parola di amore verso tutte/i ed in particolare verso gli ultimi. In perfetta sintonia con sedicenti cristiani ipocriti, con i sepolcri imbiancati che proclamano un credo religioso e lasciano annegare i migranti, con i farisei che si ergono a giudici del bene e del male e uccidono con indifferenza e violenza gli emarginati, con i vari Minniti, Orlando, Salvini che in nome del “decoro” e della “sicurezza” calpestano l’umanità, il Sindaco De Luca fa un’ordinanza vergognosa, che non può non farci addolorare ed indignare” è il commento di Cambiamo Messina dal Basso in merito all’ordinanza sindacale contro l’accattonaggio e il bivacco a Messina. 
Secondo il movimento: “In nome del profitto questo Sistema rende le persone “scarti”; in nome di una presunta norma stabilisce chi sia deviante; in nome di quella sicurezza fondata su odio e paura del diverso calpesta la dignità di poveri, migranti, clochard.
A questo modello antropologico, culturale, economico, dobbiamo ribellarci.
Guai a sbandierare fedi religiose o viscidi sistemi di valori se non abbiamo come cittadini, come umani, la dignità e il coraggio di ribellarci ad un’ordinanza disgustosa e disumana. La sicurezza si ottiene lottando contro il dissesto idrogeologico, contro il precariato, contro l’inquinamento, contro la mala sanità, contro la criminalità organizzata come Mafia, Camorra e ‘ndrangheta …non contro le persone bisognose. La povertà si combatte col diritto al lavoro, alla casa, alla salute, al benessere, e non togliendosi dagli occhi la sofferenza che il nostro stesso sistema ha provocato”- conclude Cambiamo Messina dal Basso.