Messina, rubano uno smartphone da un’auto in sosta: due ragazzi incastrati dalle telecamere e arrestati

Capo d’Orlando (Messina): rubano uno smartphone da un’auto in sosta. La Polizia di Stato arresta due cittadini di nazionalità tunisina

Sono state le immagini di videosorveglianza di un esercizio commerciale ad incastrare gli autori del furto di un Samsung Galaxy J6. I due, Naim Abdelaziz, 27 anni e Marwen Ahmza, 19, entrambi cittadini di nazionalità tunisina, pluripregiudicati per reati specifici, hanno approfittato della momentanea assenza della vittima per estrarre velocemente il telefonino dimenticato sul sedile dell’auto lasciata in sosta.

I poliziotti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Capo d’Orlando hanno ricostruito la vicenda dopo aver perquisito presso la locale stazione FS i responsabili e averli trovati in possesso del telefonino e di ulteriori due smartphone e di una chiave con timbro FS, normalmente in uso ai capitreno per aprire gli scompartimenti. Per questo motivo, i due sono stati denunciati anche per possesso ingiustificato di chiavi alterate e grimaldelli.

La ricostruzione dei fatti è avvenuta tramite le immagini di un sistema di videosorveglianza grazie alle quali i poliziotti sono riusciti a risalire al legittimo proprietario del Samsung, al quale il cellulare è stato restituito.

Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, gli autori del furto sono stati trasferiti presso la casa circondariale di Barcellona Pozzo di Gotto. Sono in corso ulteriori indagini per risalire ai proprietari degli altri due telefonini.

 


Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE