fbpx

Reggio Calabria, Falzia (Cgil): “passo in avanti nella trattativa con Sacal”

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Reggio Calabria, Falzia (Cgil): “passo in avanti nella trattativa con Sacal. Eliminato l’odioso ricorso al lavoro interinale”

“Un passo in avanti è stato compiuto! La riunione che le Organizzazioni sindacali hanno avuto con Sacal è servita per fare il punto della situazione sulla trattativa che è appena iniziata con il raggiungimento di due importanti obiettivi: primo, aver definitivamente abolito l’utilizzo della somministrazione lavoro, così come avvenuto a Lamezia in occasione dell’ultimo incontro dove la Filt-CGIL ha chiesto e ottenuto che l’Azienda non ricorresse più al lavoro interinale anche nello scalo di Reggio! Questo ha consentito l’inserimento nel ciclo produttivo di Sacal di tutto il personale impiegato nel settore pulizie e parte del personale che assiste le persone a ridotta mobilità c.d. PRM, fino ad oggi contrattualizzato in somministrazione”, è quanto scrive in una nota Sona Falzia, responsabile Trasporto Aereo Filt-CGIL Calabria.”Dal 1 luglio, 9 lavoratori saranno finalmente dipendenti della Sacal con contratto di lavoro inizialmente a tempo determinato. La stabilizzazione del personale dipenderà chiaramente da una certezza operativa che al momento Sacal non può garantire; vi è inoltre l’incertezza sul futuro di Alitalia che risulta l’attore principale dello scalo metropolitano; Blue Panorama che ha ridotto le frequenze su Reggio Calabria venendo meno al contratto stipulato con la stessa Sacal; e , infine, la partita Ryanair ancora da definire. Certamente i numeri dei passeggeri in partenza da Reggio Calabria non aiutano, ma Sacal assicura il massimo impegno per tentare e sperare in un cambiamento per il futuro dello scalo metropolitano, che avrà bisogno anche dell’intervento della Città Metropolitana se intende assicurare ai cittadini la mobilità da e per Reggio Calabria. Ci incontreremo successivamente per continuare la trattativa chiedendo il passaggio a full time di tutto il personale che oggi a stento riesce a garantire l’operatività dello scalo al quale, peraltro, dovrà essere garantito il diritto alle ferie estive. La Filt-CGIL, come ha fatto fino adesso, continuerà a vigilare con attenzione su questa delicata vertenza”, conclude.