fbpx

Reggio Calabria, il “colpo di coda” di Falcomatà: la rotazione dei dirigenti diventa una trottola, nuova rivoluzione a Palazzo San Giorgio [NOMINE e INCARICHI]

Reggio Calabria, da Falcomatà l’ennesima rivoluzione nelle nomine dei dirigenti comunali. Ecco cosa cambia

La rotazione dei dirigenti del Comune di Reggio Calabria sta diventando una vera e propria trottola: quello che doveva essere uno strumento di prevenzione della corruzione rischia di diventare causa di paralisi e immobilità della già farraginosa macchina amministrativa burocratica e amministrativa dell’ente. Già, perchè il Sindaco Falcomatà ha deciso, a pochi mesi dalla scadenza del proprio mandato, di attuare un’altra rivoluzione, pochi mesi dopo dall’ultima volta. Così sei dirigenti del Comune si apprestano a cambiare di nuovo settore, nonostante non abbiano in pratica avuto neanche il tempo di gestire quello attuale.

Questi i movimenti dell’ordinanza che il Sindaco firmerà oggi:

  • Francesco Barreca da Sport e Istruzione al Welfare
  • Antonino Cristiano dai Lavori Pubblici all’Urbanistica
  • Urbano Alessio Giordano dall’Urbanistica all’Ambiente
  • Daniele Piccione dal Patrimonio alle Società Partecipate
  • Loredana Pace dall’Ambiente alla SUAP
  • Demetrio Beatino dalla Manutenzione, Viabilità e Protezione Civile ai Lavori Pubblici

Eppure le loro precedenti nomine erano recentissime. Beatino era alla Manutenzione, Viabilità e Protezione Civile dal 14 Febbraio, appena 4 mesi. Addirittura Giordano all’Urbanistica dall’11 Marzo, tre mesi e tre giorni fa. Poi ci sono Piccione e Pace che si trovavano rispettivamente al Patrimonio e all’AMbiente dallo scorso 28 Settembre (9 mesi), mentre Barreca e Cristiano erano a Sport/Istruzione e Lavori Pubblici dallo scorso 22 agosto, 10 mesi fa. Altro che “rotazione”: questo sistema sta diventando una trottola impazzita che rischia di paralizzare ulteriormente un ente già fermo e lento in tutte le proprie procedure amministrative.