fbpx

Palermo Pride 2019: gli eventi della settimana

/

Mostre, musica ed eventi per grandi e piccini: ecco agli appuntamenti in programma per il Palermo Pride 2019

Nei giorni che precedono venerdì 28 giugno, data della parata 2019, il Palermo Pride ha organizzato degli eventi, tutti a ingresso gratuito in collaborazione con la Casa del Popolo, Famiglie Arcobaleno, Libreria Dudi, Le Giuggiole, Punk Funk record music bar, PYC – Palermo Youth Centre e al Comitato per una legge regionale per una cultura di pace in Sicilia e con il sostegno del Comune di Palermo che ha messo a disposizione l’atrio monumentale di palazzo delle Aquile.

Domenica 23 proprio nell’atrio del palazzo municipale ha inaugurato la mostra “Oltre gli arcobaleni”: i ritratti che Fabio Giannetto ha fatto ad alcuni transessuali, performer e drag queen hanno invaso lo spazio simboleggiando ognuno un universo a parte nel segno del cammino di inclusione iniziato cinquanta anni fa in occasione della rivolta di Stonewall. La mostra resta allestita fino a domenica 30 (orari: da lunedì a sabato dalle 9 alle ore 20, domenica dalle 9 alle ore 13).

Martedì 25, mercoledì 26 e giovedì 27 dalle 18:30 alle 22:30 al Punk Funk record music bar (via Napoli, 10) al prezzo simbolico di un euro si compra il biglietti per partecipare all’estrazione del doppio vinile di Madonna “Madame X” e l’intera cifra raccolta dalla vendita dei biglietti e dalle libere offerte sarà devoluta al Coordinamento Palermo Pride.

Mercoledì 26 alle 18 il Palermo Pride è a villa Trabia (al Pyc – Palermo Youth Centre) per l’evento “Una legge tutta nuova: la Sicilia verso il diritto di pace e cultura” con i portavoce del Palermo Pride Luigi Carollo e Daniela Tomasino, Francesco Lo Cascio, portavoce della Consulta comunale per i diritti umani e la nonviolenza e vicepresidente del MIR Movimento internazionale della riconciliazione, Nicolay Catania, presidente della ONG A.P.A.Accademia psicologia applicata, Nicola Teresi, presidente di Emmaus Palermo, Claudio Tamagnini, dell’ISM international solidarity movement, e per il Centro per lo sviluppo creativo “Danilo Dolci” Amico Dolci, presidente, e Alberto Biondo, project manager.

Di che si tratta: a sole due settimane dall’approvazione all’unanimità da parte dell’Assemblea Regionale Siciliana della Legge regionale “Cultura di pace in Sicilia” (è successo lo scorso 12 giugno) il Coordinamento Palermo Pride ne offre una prima presentazione pubblica.

Mercoledì 26 alle 18.30 a Le Giuggiole (via San Basilio, 37) c’è l’evento per bambini dai tre ai novant’anni “Il Pride è di tutti”: letture ad alta voce di alcuni degli albi più belli delle case editrici Stampatello, Settenove e EDT Giralangolo a cura della Libreria Dudi e a seguire aperitivo e selezione musicale del dj Sergio Cataldi con incursioni poetiche e letterarie sul tema. L’evento è organizzato da Libreria Dudi, Le Giuggiole e Famiglie Arcobaleno.

Mercoledì 26 alle 21 alla Casa del Popolo (ex Istituto dei Sordomutiin via Cavour 6/A) Vanni Piccolo e Massimo Milani sono i protagonisti “Milania intervista Messalina, mitica eroina dei favolosi campeggi gay” e segue Luigi Carollo che presenta la proiezione del film “Pride” (di Matthew Warchus, 2014).

Giovedì 27 alle 19 ci si ritrova a Ballarò, in piazza Mediterraneo, per l’evento “Frocio, tu non sei un uomo. Elogio della checca”: un dibattito tra il serio e il divertente sull’effeminatezza e sullo stigma dentro e fuori il movimento Lgbt. A coordinare l’incontro è il portavoce del Palermo Pride Luigi Carollo, a partecipare ci sono la coordinatrice del Palermo Pride Massimo Milani insieme a Vanni Piccolo, Ernesto Tomasini, Charlie Abbadessa e Pietro Pitarresi.