fbpx
ALLARME TSUNAMI
MAREMOTO NEL MEDITERRANEO DOPO TERREMOTO 7.0 NELL'EGEO
"ALLARME ROSSO" DELL'INGV. LA DIRETTA SU www.meteoweb.eu

Sicilia, Miccichè all’attacco della Lega. Ficarra: “Il presidente Ars ha bisogno di un bravo medico”

Elio Ficarra (Lega): “Il Presidente dell’Ars usa un lessico che denota mancanza di stile. Prima Salvini e adesso anche il commissario della Lega in Sicilia, Stefano Candiani, che viene accusato di essere uno schizofrenico”

“Se prima pensavo che l’onorevole Miccichè fosse affetto da una grave ossessione patologica nei confronti della Lega, adesso ho la conferma che si tratta di una vera e propria sindrome e credo che per la cura debba affidarsi a bravi medici, se non addirittura incurabile”. Replica così Elio Ficarra, responsabile degli enti locali della provincia di Palermo della Lega e vicecapogruppo della lega al comune di Palermo, al commissario di Forza Italia, Gianfranco Miccichè che su facebook, oggi, punta ancora una volta il dito contro la Lega e il commissario del partito di Salvini in Sicilia, Stefano Candiani. “Il Presidente dell’Ars usa un lessico che denota ancora una volta, in manieria sterile, la mancanza di stile ma soprattutto l’uso dell’offesa come arma politica. Prima Salvini e adesso anche il commissario della Lega in Sicilia, Stefano Candiani, che viene accusato di essere uno schizofrenico. Miccichè parla di promesse mancate ai siciliani da parte della Lega, quando lui nel lontano 2001 è stato l’artefice del famoso cappotto, il 61 a 0, che ha portato al Parlamento una squadriglia di parlamentari siciliani, modello bulgaro. Non ricordo che a quel tempo la Sicilia ne abbia avuto benefici o la sua economia sia diventata trainante per il Paese”. Infine Ficarra, nel manifestare solidarietà al senatore Candiani per l’attacco ricevuto ha detto: “Miccichè non faccia la morale perché se la sua intenzione è quella di predicare bene, sicuramente razzola molto ma molto male e dire delle assolute falsità lo raffigura soltanto come una tigre di carta”.