fbpx

Messina, vertenza Gicap: serve l’accordo per il passaggio dei lavoratori

Messina, Vertenza Gicap. Uiltucs Sicilia: “Auspichiamo un accordo sul passaggio dei lavoratori alla nuova società”. Villarosa: “fase storica di estrema crisi della grande distribuzione, seguo da vicino quello che sta accadendo nel mio territorio”

“Auspichiamo che nei prossimi giorni si possa superare la questione delle conciliazione e affrontare attraverso un accordo le modalità di passaggio dei lavoratori e ripartire con serenità”. Lo afferma Marianna Flauto, segretario generale della Uiltucs Sicilia, commentando la vertenza Gicap e il transito dei 700 lavoratori. Due giorni fa il Ministero per lo Sviluppo Economico ha dato l’ok alla Cassa integrazione per i 700 dipendenti della Commerciale Gicap, che possono quindi tirare un sospiro di sollievo. Ma rimane aperta la questione sul passaggio dei lavoratori alla società Like Sicilia alla quale Gicap ha ceduto i negozi a seguito di procedura di cessione di ramo d’azienda. L’esame congiunto svolto con le organizzazioni sindacali Uiltucs Filcams e Fisascat ha avuto esito negativo.

La società subentrante – spiega Flauto – ha posto quale condizione la sottoscrizione di verbali di conciliazione dai contenuti non condivisibili, ma contestualmente ci siamo resi disponibili alla definizione di un accordo con il subentrante per dare la possibilità a Like Sicilia di rilanciare i negozi e ripartire con il piede giusto. Questa tematica è già stata affrontata al Mise ma sembra che il subentrante sia determinato sulla sua posizione”.
La vertenza è iniziata lo scorso 15 aprile, quando la società aveva inviato una comunicazione di cessione ramo d’azienda di 42 negozi a insegna Ard, Sidis e Max Sidis di Palermo, Messina e delle province di Enna e Siracusa, oltre a quelli presenti in Calabria, appartenenti alla famiglia Capone.

Villarosa (M5S): “Seguo da vicino tutte le crisi aziendali che purtroppo si stanno susseguendo nel mio territorio”

Il Sottosegretario al Ministero dell’Economia e delle Finanze Alessio Villarosa esprime soddisfazione per la gestione da parte del Ministero del Lavoro dei numerosi tavoli di crisi che purtroppo si stanno susseguendo all’interno del territorio siciliano in particolare quello sulla GICAP Spa e quello sulla Roberto Abate Spa, due aziende storiche siciliane presenti anche all’interno del  territorio di Messina

Purtroppo siamo in una fase storica di estrema crisi della grande distribuzione, soprattutto quella siciliana, che sta vedendo parecchie realtà in difficoltà come il gruppo GICAP Spa, il gruppo Roberto Abate spa, e molte altre. Il Ministero del Lavoro le sta seguendo tutte in modo soddisfacente con soluzioni come la CIGS (Cassa Integrazione Straordinaria in caso di licenziamento) fortemente voluta dal nostro ministro Luigi Di Maio che l’ha reintrodotta solo pochi mesi fa. Ho fin da subito attivato i miei uffici affinché seguissero tutti gli aggiornamenti dei tavoli di crisi avviati al ministero in particolare quelli relativi alla GICAP Spa, e alla Roberto Abate Spa, per i primi interverrà la CIGS e 663 unità verranno riassorbite dalla LINK Sicilia Srl, invece i secondi sono solo in attesa dei tempi tecnici sul decreto ministeriale autorizzativo della Cassa Integrazione per il quale ho già chiesto notizie.
Mi sento di rassicurare i dipendenti di tutte le società interessate da questa crisi perché il Governo è presente e non ha intenzione di lasciare nessuno indietro.”- conclude Villarosa.