fbpx

Messina: gli ex dipendenti di Casa Serena tornano ad occupare il Comune

Gli ex lavoratori di Casa Serena tornano ad occupare l’Aula consiliare, lunedì l’incontro col Prefetto di Messina

Dopo l’eclatante protesta degli scorsi giorni, in cui si sono incatenati al cancello del palazzo municipale, gli ex lavoratori di Casa Serena tornano ad occupare Palazzo Zanca. Da ieri sera gli ex dipendenti hanno deciso di occupare nuovamente l’aula consiliare. Una di loro, durante il presidio, ha avvertito un malore ed è stato necessario l’intervento del personale sanitario del 118.

Atteso per lunedì prossimo alle 11 e 30 l’incontro col prefetto Maria Carmela Librizzi, per discutere il loro mancato impiego all’interno della Messina Social City.

Intanto l’assessore ai Servizi Sociali Alessandra Calafiore ha precisato che: “In merito all’assenza dell’Amministrazione alla seduta della VII^ commissione che si è tenuta ieri, giovedì 6, con all’ordine del giorno “lavoratori di Casa Serena esclusi dalla Long List della Messina Social City” è opportuno precisare che l’assessore alle Politiche Sociali Alessandra Calafiore non ha presenziato in quanto la problematica avente ad oggetto la convocazione è inesistente, come peraltro comunicato con nota prot. 174115 del 5 giugno 2019, inviata al presidente della VII Commissione ed al presidente del Consiglio. Come evidenziato nella nota, che si allega e si riporta testualmente, “la Messina Social City sta procedendo, tramite selezione pubblica per titoli ad assunzione di personale a tempo determinato per eventuali esigenze temporanee di sostituzione dei lavoratori già assunti. I bandi sono scaduti e la Società Adecco procederà ad effettuare la graduatoria dei partecipanti alla selezione, dalla quale si attingerà poi per le predette assunzioni. Non si comprende dunque di quale ‘esclusione dalla Long List’ si parli e la motivazione per cui venga convocata una apposita commissione su una problematica che non si è ancora presentata“.