fbpx

La madre gli leva il pc e lui si butta dal quinto piano: gravissimo un 19enne a Torino

19enne di Torino ricoverato in gravissime condizioni: il giovane non usciva di casa e stava sempre davanti al pc, dopo un diverbio con la madre si è lanciato dal quinto piano

È ricoverato in prognosi riservatissima il 19enne di Torino che si è lanciato dal quinto piano di un palazzo. Ruben ha deciso di compiere l’insano gesto perché sua madre, dopo l’ennesimo diverbio, gli aveva strappato la tastiera del pc dalla mani. “Stava al computer dal mattino alla sera, e quando la madre gli diceva che doveva smettere, a volte le alzava le mani”, racconta una vicina in lacrime. Al momento le sue condizioni  sono gravissime: è intubato e ha riportato politraumi multipli alla faccia, al cranio e alle vertebre. Il giovane ha smesso di studiare e non ha mai cercato lavoro: da tempo viveva isolato nella sua abitazione, un alloggio popolare. Vive con la madre a Mirafiori, il padre se n’è andato tanto tempo fa e ha una sorella che da qualche tempo ha lasciato casa per andare a convivere col fidanzato. L’episodio è accaduto ieri pomeriggio, poco prima delle 16: la mamma di Ruben ha cercato di staccare il figlio dal computer e ha afferrato  la tastiera dalla scrivania. Il ragazzo ha preso la rincorsa e si è lanciato dal balcone. Sul posto sono intervenuti le volanti della polizia e i medici del 118, che giunti sul posto hanno constatato che il giovane era ancora in vita e lo hanno trasportato in ospedale.