fbpx

“Il grande cuore della Calabria”: Sant’Elia di Palmi capitale della solidarietà

Palmi capitale della solidarietà calabrese: l’iniziativa per i bambini in difficoltà

Il grande cuore della Calabria batte nei confronti dei bambini in difficoltà provenienti dalla Bielorussia. Sono trascorsi trentatre anni dalla tragedia nucleare di Chernobyl ma i suoi effetti nocivi continuano e continueranno ancora per molto tempo a produrre i loro esiti sui territori e popoli vicini ed in particolare sulla parte più esposta e sensibile di quelle popolazioni, i bambini. Da quel lontano ventisei aprile c’è stata un po’ dappertutto una gara per ospitare i bambini per un soggiorno terapeutico lontano da quei luoghi contaminati e le famiglie calabresi sono state fra le più pronte, generose e sensibili al loro grido di dolore. Era da anni che l’Ambasciata Bielorussa in Italia voleva dare pubblica attestazione di benemerenza a questo gesto di grande umanità e per questo ha istituito a Reggio a sede consolare onoraria bielorussa.

L’Inner Wheel International Club di Palmi unitamente al console onorario hanno voluto organizzare e così intitolare la manifestazione che si terrà alle ore 17.30 di domenica 9 giugno nella panoramica zona di Sant’Elia che domina la cittadina di Palmi con tutte le sue suggestioni ed il suo carico di miti e leggende nell’incomparabile scenario dello Stretto.

Il Comune di Palmi con il suo Assessorato al Turismo e Spettacolo hanno sposato da subito l’iniziativa bonificando il sito antistante la millenaria chiesetta bizantina di Sant’Elia che dopo anni di incuria ed abbandono è stata restituita alla fruibilità, e quindi riaperta anche alle celebrazioni religiose, grazie all’opera meritoria dell’azienda reggina Scopelliti 1887 che ne ha curato il restauro.

Sarà la Festa della gioia e dell’accoglienza, dei bambini bielorussi appena arrivati e delle loro famiglie calabresi che li attendevano,la Festa del ringraziamento e della gratitudine bielorussa.

Il programma della manifestazione è abbastanza ricco di esibizioni artistiche e spettacolari. Dopo i saluti di rito delle autorità presenti ed una breve celebrazione religiosa, assisteremo allo spettacolo folcloristico bielorusso di canti e balli del gruppo Kupalinka. La soprano Natalya Kutsevych accompagnata dalla pianista Tatyana Belenkanic si esibirà in arie e canti di un repertorio internazionale. La narrazione e le recitazioni di brani poetici saranno declamate da Vladimiro Maisano e Lilli Sgrò. La musica d’insieme del quartetto IBICO, I Nasi di Gioia, la scuola di danza Arte in Movimento e Giocolereggio arricchiranno il cartellone della festa con le loro esibizioni. Saranno presenti anche le associazioni Camminiamo Insieme e Arcobaleno. Un pomeriggio da non perdere,un’emozione da condividere.