fbpx

Reggio Calabria, discarica Comunia di Lazzaro: “Sopralluogo mai avvenuto e promesse disattese”

Reggio Calabria, l’Ancadic: “Ci sentiamo presi in giro”

“Non potevamo certamente immaginare che figure istituzionali quale l’assessore all’Ambiente della regione Calabria potesse prendere in giro cittadini e associazioni“- è il commento di Vincenzo Crea, dell’Ancadic, in merito alla discarica di Comunia di Lazzaro.

“Alcune associazioni di Lazzaro- racconta- avevano in via informale invitato l’Assessore a effettuare un sopralluogo congiunto presso il sito della discarica di Comunia di Lazzaro. L’assessore, a seguito di tale richiesta, ha ritenuto opportuno incontrarci prima presso il suo Ufficio di Catanzaro: per tale motivo siamo sati convocati lo scorso 7 marzo e abbiamo avuto occasione di confrontarci con l’assessore e i suoi collaboratori. Nel corso di tale incontro l’assessore aveva preso l’impegno di svolgere un sopralluogo insieme con i suoi collaboratori e la partecipazione delle associazioni: a distanza di tre mesi non solo questo sopralluogo inspiegabilmente non è avvenuto, ma l’assessore non ha neppure reso noti i motivi per i quali ha disatteso l’impegno preso con noi cittadini”.

L’Ancadic, dopo aver partecipato all’incontro e ascoltato tante promesse disattese, “sentendosi presa in giro, anche perché a seguito di quell’incontro non si sono più ricevute risposte a richieste formali di chiarimenti e informazioni, nella ormai lontana ipotesi che questo sopralluogo avvenga”, non intende comunque più prendervi parte. “Il rispetto dei cittadini viene prima di ogni cosa”– conclude Crea.