fbpx

Trovata bomba inesplosa a Messina, zona presidiata dalla Polizia: lunedì riunione tecnica in Prefettura

  • Foto di Alessio Villari
    Foto di Alessio Villari
  • Foto di Alessio Villari
    Foto di Alessio Villari
  • Foto di Alessio Villari
    Foto di Alessio Villari
/

Lunedì riunione tecnica in Prefettura a Messina per programmare le operazioni di rimozione e trasporto in zona brillanto. L’ordigno pesa circa 500 libbre ed è una bomba d’aereo inglese presumibilmente risalente alla 2° guerra mondiale

Si svolgerà lunedì prossimo alle 10:30, in Prefettura a Messina, la riunione tecnica per programmare le operazioni di rimozione e trasporto in zona di brillamento dell’ordigno bellico rinvenuto in un cantiere della città, presso via Santa Cecilia, durante i lavori di sbancamento per la realizzazione della c.d. “via del Mare”. L’ordigno risulta essere una bomba di aereo inglese di peso pari a circa 500 libbre, verosimilmente risalente al secondo conflitto mondiale. Nel corso dell’incontro in Prefettura sarà pianificata l’operazione di bonifica a cura del 4° Genio Guastatori di Palermo. Considerando che la bomba si trova in una zona contigua al centro abitato, nell’immediato sono stati predisposti interrotti servizi di vigilanza a cura delle Forze di Polizia, a tutela dell’incolumità pubblica.