fbpx

Atti sessuali con le nipotine, arrestato 71enne

violenza sessuale bambina

Il pensionato è accusato di aver compiuto ripetutamente atti sessuali nei confronti delle tre nipotine, due di meno di 10 anni e l’altra di 14

All’alba di stamani, i Carabinieri della Stazione di Fasano hanno tratto in arresto, su ordinanza applicativa della misura coercitiva personale degli arresti domiciliari, emessa dal Gip del Tribunale di Brindisi, un 71enne di Fasano. Il pensionato è accusato di aver compiuto ripetutamente atti sessuali nei confronti delle tre nipotine, due di meno di 10 anni e l’altra di 14. Le confidenze affidate dalle due bambine al personale docente dell’istituto scolastico che frequentano, hanno fatto da perno alle attività di indagine successivamente attivate dai Carabinieri. Gli episodi di violenza, cominciati nel 2009 con la maggiore delle tre nipoti, si sono susseguiti sino all’aprile del 2019 e hanno avuto luogo quando le tre bambine venivano anche temporaneamente affidate alla vigilanza dei nonni. A volte quando rimanevano a dormire dai nonni per paura di essere insidiate chiudevano la camera da letto a chiave. All’indagato è stata pertanto applicata la misura coercitiva degli arresti domiciliari, con la prescrizione di non allontanarsi dall’abitazione senza l’autorizzazione del giudice, nonché di non comunicare in qualsiasi modo neanche per via telefonica con persone diverse da quelle che con lui convivono o che lo assistono. (AdnKronos)