Sicilia, strangolò le figlie di 9 e 7 anni: assolta in appello. “Non era in grado di intendere e di volere”

Sicilia, assolta la donna che nel  2016 strangolò le due sue due bimbe: per i giudici non era in grado di intendere e di volere

La Corte d’Assise di Caltanissetta ha assolto l’insegnante di Gela che nel dicembre 2016 uccise le sue due figlie. Giusy Savatta strangolò le piccole Maria Sofia, di 9 anni e Gaia, di 7 all’interno della sua abitazione. La decisione dei giudici arriva dopo la perizia disposta in secondo grado su istanza di parte civile, che conferma l’assoluzione per non imputabilità della donna: l’insegnante non era in grado di intendere e di volere. Il padre delle due bimbe non avrà quindi alcun risarcimento.


Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...