fbpx

Reggio Calabria: sigilli ai gazebo del Lungomare. Catalano: “ridurli non sarebbe un gran vantaggio all’impatto paesaggistico ambientale”

Reggio Calabria: sigilli a numerosi Gazebo del Lungomare da parte della Polizia Municipale. Catalano: “ridurli non sarebbe un gran vantaggio all’impatto paesaggistico ambientale”

Sigilli ai Gazebo del Lungomare di Reggio Calabria. La Polizia Municipale ha chiuso alcuni gazebo presenti sul lungomare, a quanto risulta le motivazioni alla base del provvedimento sarebbero le dimensioni degli stessi, superiori a quanto previsto. Come afferma un esercente è importante evidenziare che l’amministrazione Comunale vorrebbe ridurre le dimensioni dei gazebo attuali con una delibera successiva a quella con la quale erano stati autorizzati dette attività. La motivazione per la quale si chiederebbe la riduzione sarebbe legata al fatto del vincolo ambientale al fine di far occupare meno superficie verde e lasciare la parte sottostante il gazebo aperta”, è quanto scrive in una nota il coordinatore delle Destre Unite, Luigi Catalano. “Chiedere modifiche di tale natura, a chi ha già realizzato questi chioschi non sarebbe altro che un violazione di una condizione che forse non è un diritto acquisito ma pur sempre una stato di fatto già consolidato previa autorizzazione di altri tempi e che, tra l’altro, porta i suoi frutti alla città in termini di economia e lavoro. Ridurre il gazebo di pochi mq non sarebbe di gran vantaggio all’impatto paesaggistico/ambientale e soprattutto i costi ed il disagio recato agli imprenditori sarebbero sicuramente superiori ai miglioramenti che ne potrebbero derivare. Tuttavia qualora l’amministrazione e la sovraintendenza volessero lasciare più verde alla città potrebbero togliere molta della pavimentazione inutile nella zona della stazione lido e del lungo mare cosicché si creerebbe anche un equilibrio tra verde e cemento in tale ultima area quasi tutta cementificata”, conclude.