fbpx

Reggio Calabria: interessante incontro “Fiumara nella storia”

Reggio Calabria, a Fiumara si è svolto un magistrale incontro sul tema “Fiumara nella storia”

Giorno 19 Maggio a Fiumara per iniziativa dell’Associazione Calabria-Spagna, con il patrocinio dell’Associazione Comunale, si è svolto un magistrale incontro sul tema: FIUMARA NELLA STORIA.

Alle ore 10:00 nel polifunzionale Pietro Crea in San Pietro, si sono ritrovati numerosi soci dell’Associazione, i giovani che frequentano un corso di lingua spagnola, offerto dall’Associazione, diversi cittadini fiumaresi tra cui il Sindaco Vincenzo Pensabene e i membri della giunta comunale Giuseppe Iannì e Giuseppe Barberi. Altre figure di rilevata importanza presenti al  convegno sono stati il Dirigente scolastico Natale Caminiti, Il Professore Giuseppe Caridi di storia moderna presso l’Università di Messina nonché Presidente della Deputazione di Storia per la Calabria e la Dott.ssa Sina Italia Fontana Presidente dell’Associazione Calabria-Spagna.

Dopo i convenevoli saluti del Sindaco si è avviata un interessante Letio Magistralis da parte del Professore Giuseppe Caridi sul tema: LA CALABRIA IN EPOCA SPAGNOLA. Il momento culturale è stato vissuto con grande attenzione e partecipazione da parte dei presenti. Al termine del convegno dove ogni persona presente ha potuto assistere alla spiegazione dettagliata della storia di Fiumara e della dominazione Spagnola sul territorio data dalla Dott.ssa Fontana i partecipanti si sono recati presso l’antico borgo Terra, memoria indissolubile del periodo di eccellente governo di Fiumara nel territorio Reggino. Inoltre sono stati mostrati e descritti i vari ruderi del borgo tra cui : Il palazzo dei Catalani appartenuto al Giurista del regno di Napoli Vincenzo Catalani, i ruderi della prima chiesa dell’arcipretura di Fiumara, ‘’chiesa SS Immacolata’’. Alla fine della visita di tutto il borgo i partecipanti hanno potuto fare una degustazione dei prodotti tipici del luogo. Tante sono state le considerazioni fatte, tutte positive, ma quello che interessa mettere in luce è anche la partecipazione di alcuni ragazzi facenti parte del Servizio Civile Nazionale, che si sono adoperati ad aiutare ed allestire i preparativi.