fbpx

Meteo, l’Uragano Artico adesso si sposta in Calabria e Sicilia: massima allerta per il maltempo

Meteo, l’Allerta per l’Uragano Artico si sposta al Sud: sarà un Lunedì 6 Maggio di maltempo estremo, attenzione a grandine e tornado

Meteo – Mentre su gran parte d’Italia è una Domenica 5 Maggio di maltempo estremo con ripercussioni drammatiche sul territorio (morti e dispersi) e abbondanti nevicate fino a quote eccezionalmente basse per il periodo, nel basso Adriatico e al Sud splende un tiepido sole con temperature che hanno raggiunto +24°C a Siracusa, +23°C a Bari, Pisticci, Lentini e Augusta, +22°C a Noto, Vieste e Termoli, +21°C a Lecce, Matera, Taranto, Caltagirone, Gela, Crotone, Ispica, Brindisi e Roseto Capo Spulico, +20°C a Palermo, Catania, Reggio Calabria, Foggia, Pescara, Maratea, Soverato, Locri e Riposto. Siamo oltre 15°C al di sopra rispetto al freddo di Marche, Umbria, Toscana, Emilia Romagna, Veneto, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Lombardia e Liguria, ma domani l’Uragano Artico che oggi ha investito il Centro/Nord, si sposterà anche al Sud provocando un forte sbalzo termico con temperature in picchiata, e fenomeni di maltempo estremo con grandinate, tornado e nubifragi.

Sarà un Lunedì 6 Maggio dal sapore tipicamente invernale in tutt’Italia, ma al Nord tornerà a splendere il sole mentre al Centro/Sud infurierà il maltempo con forti venti di maestrale. In mattinata avremo ancora forti piogge tra Romagna e Marche, in estensione su Abruzzo, Molise e Gargano, ma inizierà a piovere forte con intensi temporali nel basso Tirreno, in modo particolare su Campania, parte della Basilicata e Calabria occidentale. Nel pomeriggio il maltempo si concentrerà al Sud, su Puglia, Campania, Basilicata, Calabria e Sicilia. Le zone più colpite saranno quelle tirreniche, ma forti temporali interesseranno anche il Salento, la Calabria jonica, la Basilicata orientale e lo Stretto di Messina. Forti piogge colpiranno Napoli e gran parte della Campania, ma tra le città più piovose ci saranno Messina e Lamezia Terme, dove avremo oltre 50mm di accumulo pluviometrico. Nei versanti occidentali dei rilievi calabresi (Catena Costiera, Sila, Serre e Aspromonte) alcune località potranno superare i 100mm di pioggia. Sui monti dell’Appennino meridionale tornerà la neve come in pieno inverno, localmente persino a 1.100/1.200 metri di altitudine. Attenzione anche ai forti venti di maestrale, fino a 8090km/h su tutto il territorio meridionale, e alle conseguenti mareggiate sulle coste esposte a occidente e settentrione.

Le condizioni meteo torneranno nella norma soltanto Martedì 7. Ecco le pagine utili per seguire la situazione meteo in tempo reale, in modo particolare con i nuovi radar meteo aggiornati: