Meteo: piogge torrenziali al Centro/Sud e temperature in picchiata in Calabria e Sicilia

Meteo, Allerta “Rossa” per alluvione tra Emilia Romagna e Marche ma il maltempo si estende al Centro/Sud: a rischio anche Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Calabria e Sicilia. Temperature in ulteriore calo, torna la neve e soffia un forte vento di bora

Meteo – Allerta Rossa per l’alluvione che sta colpendo Marche ed Emilia Romagna: la situazione è critica anche perchè continuerà a diluviare per tutta la giornata, fino a sera tardi, non solo su Marche e Romagna, ma anche nel resto del Centro/Sud, in modo particolare sull’Abruzzo e in Molise dove cadranno oltre 100mm di pioggia. Forti temporali colpiranno anche Campania, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia. Continuerà a splendere il sole, invece, al Nord/Ovest dove fa caldo a causa del forte vento di foehn: abbiamo infatti +24°C a Imperia e Laigueglia, +23°C a Novara, Ventimiglia e Albenga, +22°C a Torino, Casale Monferrato, Como e Varazze, +21°C a Milano, Genova, Varese, Savona, Chiavari e Arenzano. Sono le città più calde d’Italia, mentre BolognaPerugiaAncona e Arezzo non superano i +13°C, anche se la città più fredda in assoluto è L’Aquila con una temperatura massima di appena +9°C, tipica di fine Febbraio, oltre 10°C sotto le medie del periodo. Fa freddo anche al Sud, con Palermo ferma a +15°C in pieno giorno proprio come se fossimo in pieno inverno. Il picco del freddo, però, arriverà domani pomeriggio: nella notte tra Martedì 14 e Mercoledì 15 Maggio le temperature piomberanno su valori tipici di Gennaio su gran parte del Paese. Al Centro/Nord avremo diffuse gelate fin in collina e, in alcuni casi, anche in pianura, e tornerà la neve sull’Appennino centrale, tra Romagna, Marche, Umbria, Lazio e Abruzzo, a quote eccezionali per il periodo, fino agli 800900 metri di altitudine sul livello del mare. Qualche spolverata bianca anche al Sud, in Calabria e Sicilia, oltre i 1.500 metri di altitudine. Con l’arrivo del freddo, sarà un Martedì di forte maltempo: avremo piogge torrenziali persistenti su tutte le Regioni Adriatiche, dalla Romagna alla Puglia, e forti temporali nel basso Tirreno, tra Calabria e Sicilia, dove potranno verificarsi nubifragi, grandinate e trombe d’aria soprattutto tra il messinese tirrenico e il vibonese, compresa la porzione più settentrionale dello Stretto di Messina. La situazione più critica rimarrà tra Romagna e Marche, dove la persistenza delle precipitazioni ingrosserà ulteriormente i fiumi già ai limiti dell’esondazione in queste ore. Non sono da escludere, però, altre criticità provocate dalle forti piogge in varie aree del Centro/Sud, soprattutto in Abruzzo, Molise, Puglia, Calabria e Sicilia. Attenzione anche ai forti venti nord/orientali che soffiano impetuosi (e rimarranno tali per circa 48 ore) su gran parte del Centro/Nord.

Ecco le pagine utili per seguire la situazione meteo in tempo reale, in modo particolare con i nuovi radar meteo aggiornati:


Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...