fbpx

Messina Social City, il Consiglio comunale boccia la variazione di bilancio: pagamenti a rischio, Fiadel pronta alla mobilitazione

Messina, Crocè e Gangemi: “Pronti a proteste eclatanti, lo scontro tra Amministrazione e Consiglio non può giocarsi sulla pelle degli operatori”

Il Consiglio comunale boccia la variazione di Bilancio necessaria per trasferire i fondi destinati alla Messina Social City, a rischio i pagamenti previsti entro il 15 maggio. “L’ennesima beffa ai danni dei lavoratori dei servizi sociali si è consumata questa sera in Aula a Palazzo Zanca. Lo scontro tra amministrazione De Luca e Consiglio non può giocarsi sulla pelle degli operatori -commentano Clara Crocè e Gianluca Gangemi, della FIADEL-Non staremo con le mani in mano e non consentiremo più a nessuno di giocare con il futuro di centinaia di persone. La Messina Social City è un’operazione di ripristino della legalità e della dignità dei lavoratori e reagiremo rispondendo colpo su colpo ai detrattori e a chi fa ostruzionismo. Mentre c’è chi va avanti a suon di comunicati su azioni già definite-concludono i due dirigenti sindacali- noi della FIADEL ci muoviamo su problemi concreti e reali, come la bocciatura della variazione di Bilancio”. Prevista per oggi la convocazione di RSA e direttivi aziendali della Messina Social City, per organizzare “azioni di lotta e proteste eclatanti nei confronti di una classe politica sorda alle esigenze delle operatori dei servizi sociali e delle loro famiglie”.