fbpx

Messina, iniziano i lavori nella scuola Saccà. La Fauci: “Una vittoria per la comunità”

Messina, il consigliere La Fauci: “Salvata l’identità, grazie all’Amministrazione comunale”

“Una vittoria per la comunità. Messina vive di piccole realtà rionali, quelle che formano l’anima più concreta e la parte vitale di una città così diversa“. Lo dice il consigliere comunale La Fauci esultando per la scuola Francesco Saccà di San Michele. “L’impegno personale – racconta La Fauci – per la salvaguardia della scuola Saccà di San Michele è una battaglia per il mantenimento delle identità, perché nessuna zona della città deve trasformarsi in un quartiere dormitorio e dimenticare la propria appartenenza”.

La scuola depredata: rubati i computer

“La scuola Saccà ha rischiato la chiusura per le poche iscrizioni, ma soprattutto è stata vittima dell’incuria amministrativa con la preside Pina Casola letteralmente abbandonata mentre la sua scuola veniva depredata. Mi rivolgo a chi ha deciso – attacca il consigliere di Ora Messina – di rubare diversi computer a una scuola, a dei bambini: non ci fermeremo. Il mio è un richiamo alla comunità, perché i plessi scolastici fanno parte della vita sociale e sono il passaggio fondamentale per la formazione dei piccoli concittadini. Personalmente mi impegnerò per unire questa comunità affinché si facciano fatti concreti per la scuola e per i bambini. Una struttura che ha sofferto del passare del tempo, con la dirigenza scolastica che ha fatto del suo meglio e che, finalmente, ha trovato l’appoggio anche delle istituzioni.

Gli interventi per il recupero dei locali: una vittoria per la comunità

Il mio ruolo è stato quello di accendere un riflettore, di non far disperdere l’attenzione e di stare a fianco della comunità. Sono orgoglioso – rivendica La Fauci – di non aver mollato e di essere riuscito a coinvolgere l’amministrazione. Devo ringraziare pubblicamente l’assessore Trimarchi: dal primo istante presente e attento. Le sue parole hanno trovato riscontro nella realtà, infatti dopo i primi sopralluoghi sono arrivati anche gli interventi. Ripulita buona parte dell’esterno della scuola, lasciata all’incuria del tempo col rischio anche per la salute dei bambini. Sono già stati effettuati i primi interventi interni con il ripristino di alcuni locali, altri dovranno essere eseguiti in breve tempo. Il mio ruolo di consigliere mi impone di pensare al bene comune prima che alla politica più strategica – puntualizza La Fauci -, per questo motivo non posso non dare atto all’assessore Trimarchi e all’amministrazione di essere stati presenti e veloci per la risoluzione del problema; anche solo per aver dato una risposta alle famiglie interessate e alla dirigente scolastica. La preside Pina Casola ha lottato per la sua scuola, poter continuare è una vittoria per la comunità. Proprio alla comunità dobbiamo rivolgerci: la scuola Saccà di San Michele è solo un esempio, perché di realtà simili a Messina ne esistono diverse. Non dobbiamo dimenticare da dove proveniamo, non dobbiamo abbandonare zone della nostra città per puro menefreghismo. La presenza delle scuole nei rioni è fondamentale per la formazione dei ragazzi. Possiamo tutti aiutare la scuola Saccà, anche con le idee. Tanti genitori si sono lamentati per le condizioni della scuola che adesso, però, saranno migliorate. Ora c’è da migliorare, perché si può sempre migliorare, l’offerta per i ragazzi. I computer rubati hanno rallentato ogni processo, ma sono sicuro che la comunità saprà reagire; pian piano nasceranno laboratori e attività extrascolastiche che coinvolgeranno bambini e famiglie. Non solo speranze, ma prospettive reali”.