fbpx

A Reggio Calabria la Masterclass del maestro Cicconofri

/

“Universound… la musica che unisce”: a Reggio Calabria la Masterclass del maestro Cicconofri

Fare rete, conoscersi ed imparare. Il tutto utilizzando un linguaggio universale: la musica. É con questo spirito che è partita la masterclass in canto e direzione corale “UNIVERSOUND” svoltasi il 2, 3 e 4 maggio presso l’atelier di architettura dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria e tenuta dal M ° Aldo Cicconofri, nome eminente nella scena corale italiana. Organizzato dal Coro Polifonico dell’Università Mediterranea, presieduto dal dottor Pietro Carisi e diretto dal M° Carmen Cantarella, con il patrocinio del CRUI, l’importante evento formativo è stato pensato per coinvolgere, gratuitamente, tutti gli studenti Unirc allo scopo di perfezionare le già bellissime voci facenti parte del coro universitario. Ma non solo. “Oltre alla valenza didattica dell’evento – ha dichiarato entusiasta il Rettore dell’Unirc, Marcello Zimbone – bisogna tener presente quanto la musica sia importante al fine di realizzare un ambiente di comunicazione interno ed esterno per tenere viva la rete di cori in cui l’università si è inserita partecipando a scambi culturali in altre provincie italiane. E chissà che un giorno si possa arrivare in Kazakistan dove Cicconofri ormai da anni collabora”. É proprio da uno di questi scambi che il coro Unirc e quello degli universitari di Macerata, diretto dal maestro Cicconofri, sono venuti a contatto tra loro spianando la strada per una promettente collaborazione. Dopo l’iniziale conoscenza, la messa in pratica dell’idea del dott. Carisi e del maestro Cantarella: realizzare anche a Reggio un evento che rappresentasse un punto d’incontro tra studenti e musicisti. “Per la prima volta in università del Sud – ha evidenziato Carisi – si è svolta un’iniziativa di tale portata che ci aveva finora visto solo come ospiti in città come Urbino, Bolzano, Pisa e Macerata”. Un momento formativo voluto “per approfondire problematiche relative la vocalità, il coinvolgimento di più studenti in esperienze culturali trasversali ed aggreganti”, ha sottolineato la Cantarella. Ed i ringraziamenti anche al direttore generale dell’università, prof. Ottavio Amaro. Il coro dell’università Mediterranea, nato 6 anni fa per volontà del rettore Pasquale Catanoso, è composto oggi da circa 50 elementi appartenenti alle diverse componenti della comunità universitaria, studenti, professori, personale tecnico-amministrativo, uniti dalla comune passione per la musica e con lo scopo di diventare un luogo di condivisione, di incontro intergenerazionale e di crescita culturale. Di particolare rilievo, il tradizionale concerto di Natale e le rassegne universitarie nazionali ed internazionali. Dal canto suo, il maestro Cicconofri, tra i membri della prestigiosa Associazione Nazionale Direttori di coro, trovandosi in una posizione di mezzo tra Nord e Sud Italia, ha poi aggiunto che “il Sud ha grandissime potenzialità e nel momento in cui riuscisse a mettere in campo una certa continuità nelle proposte ed iniziative culturali, non avrebbe più nulla da prendere in altre sedi se non solo ed esclusivamente per fare musica insieme”. Alla Mastersclass “Universound”, ad approfondire le tematiche relative alla coralità e a confrontarsi su un vasto repertorio, oltre al coro Unirc, anche il coro dell’università di Messina e dell’Università di Macerata ed altri coristi provenienti dalla Pastorale Universitaria, e dai cori CAI – sez. Aspromonte, “Città di Villa S. Giovanni”, San Paolo, Cantate Domino, Free Togheter e Mater Decor Carmeli. L’evento si è concluso con un grande concerto finale inaugurato dal coro dell’università di Macerata, diretto dal maestro Cicconofri, e proseguito a cori uniti per l’occasione guidati dai maestri direttori che hanno partecipato alla masterclass.