Messina, Fulco: “Troppi pericoli nella Galleria San Jachiddu. Non andava riaperta”

Messina, Fulco: “La Galleria San Jachiddu non andava riaperta. I lavori da interrompere sono quelli sul Viale Regina Elena, per la posa della fibra ottica “

“I lavori da interrompere erano quelli per il passaggio della fibra sul viale regina Elena, asfaltato meno di due settimane fa, non quelli alla Galleria San Jachiddu.“- a dirlo è la consigliera della V Circoscrizione Lorena Fulco, che entra a gamba tesa nella querelle che ha tenuto banco Messina durante i due giorni di chiusura della Galleria San Jachiddu. Per effetto della chiusura del tunnel che collega Giostra e l’Annunziata, chiusura da oggi revocata, la circolazione in città è andata completamente in tilt. La consigliera invece punta il dito contro i lavori di scavo per la fibra ottica, che interessano il viale Regina Elena: “Alla V Circoscrizione sono arrivate più di 100 segnalazioni per lo stato di pericolo in cui versa la galleria, totalmente al buio, con infiltrazioni che creano pozzanghere ed il manto stradale totalmente dissestato. Di questo l’intera città ne è consapevole. Ne ho parlato con l’Ing. Salvatore Mondello Vice Sindaco, durante un breve incontro martedì pomeriggio al Comune e, lo abbiamo detto durante una diretta facebook in compagnia dell’Avvocato Francesco Rizzo, trasmessa proprio sul Viale Regina Elena con il traffico totalmente in tilt. 
Sarebbe stato opportuno a nostro avviso, interrompere i lavori per il passaggio della fibra e gestire il traffico con un senso unico orario 7.00-9.00 e 17.00-19.00 sul viale regina Elena, così da agevolare la circolazione e lo scorrimento delle auto da nord a sud e viceversa. È da capire che l’apertura della galleria San Jachiddu, mette a rischio e pericolo la vita di chi giornalmente la percorre”. 

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE