fbpx

Decreto Calabria, Tripodi: “siamo ritornati allo scontro di potere”

Decreto speciale sulla sanità calabrese, il sindaco di Polistena Michele Tripodi: “siamo ritornati allo scontro di potere”

“Assistiamo stupefatti e preoccupati al sovrapporsi delle dichiarazioni del Ministro alla tutela della salute Grillo e del Governatore Mario Oliverio a proposito del decreto sanità per la Calabria. Non è accettabile che invece di collaborare, costoro si facciano la guerra per ragioni politiche mentre i cittadini calabresi ogni giorno continuano ad avere sempre meno garantito il diritto alla salute”, è quanto scrive in una nota Michele Tripodi, sindaco di Polistena. “La sanità calabrese che già paga lo scotto di anni di inadeguatezza delle classi dirigenti nonché dei commissariamenti avvicendatisi, oggi si ritrova con assunzioni bloccate, ospedali a corto di personale e di strumenti operativi, apparecchi per la diagnostica vecchi o rotti, zero investimenti previsti sulle strutture pubbliche esistenti. O si interviene realmente su questi problemi oppure vuol dire che si sta perdendo tempo prezioso facendo prevalere ancora lo stesso scaricabarile del passato. E’ infatti proprio sulla demolizione e denigrazione costante della sanità pubblica e sulla conseguente limitazione del diritto alla salute dei cittadini che in Calabria taluni hanno costruito i loro imperi economici e le loro clientele”, conclude.