fbpx

Berlusconi operato al San Raffaele: “ho avuto paura ma sono pronto a ricominciare”

LaPresse / Roberto Monaldo

Berlusconi operato al San Raffaele: “ho avuto paura, certo, e mi sono affidato a Dio. Ma ora è passata, ed eccomi pronto a ricominciare”

“Ho avuto paura, certo, e mi sono affidato a Dio. Ma ora è passata, ed eccomi pronto a ricominciare”. Lo dice il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, in un intervista al ‘Corriere della Sera’ rilasciata dal letto dell’Ospedale San Raffaele di Milano, dove è stato operato. E annuncia che riprenderà la campagna elettorale, non senza sferrare un attacco al governo gialloverde: “Non durerà – dice – fa male alle imprese e fa perdere posti di lavoro. Salvini è tenuto in scacco dai Cinque Stelle”. “Salvini – osserva Berlusconi – è una formidabile macchina da comizi, ha un grande dinamismo, prova ad imporsi. Ma è messo continuamente sotto scacco dai grillini sulle principali materie”. E pensa che l’esecutivo Conte non durerà molto: “Saranno gli accadimenti concreti a determinarne la crisi. Non le dinamiche parlamentari, ma le troppe imprese che chiudono, i posti di lavoro che mancano… Il Paese reale chiederà presto il conto a quello virtuale rappresentato sui social”. Quanto al futuro, “non esiste un’alternativancredibile al centro-destra che sia anche vincente”, dice Berlusconi, liquidando l’ipotesi che lo vuole ‘rottamato’ da Salvini: “Non ci credo. E poi penso che la ‘rottamazione’ sia una formula che non porta bene ai sedicenti ‘rottamatori'”. Quanto alle Europee, Forza Italia per essere rilevante dovrebbe superare la soglia del 10%, ma Berlusconi va oltre: “Solo il dieci? Nella mia vita, specie quando facevo l’imprenditore a tempo pieno, ho sempre seguito una regola: mai mettere un limite ai propri traguardi, alle proprie ambizioni”. E chiude con una feroce critica alla politica attuale: “Non ho nessuna nostalgia del passato, ma il presente è talmente modesto che la classe politica del passato ne esce rivalutata. Oggi vedo molta inesperienza e incapacità. Si muovono a destra e a manca. Twittano. Si rincorrono sui social. Ma poi convocano i Consigli dei ministri con all’ordine del giorno solo ‘varie ed eventuali’. E ci va solo la metà dei ministri. Che Dio illumini gli elettori italiani”, è il suo auspicio.

(AdnKronos)