Reggio Calabria, la ruota panoramica della … vergogna! Bimbo con tumore: “deve pagare e aspettare come tutti gli altri”

Reggio Calabria, la ruota panoramica della … vergogna! Bimbo con tumore: “deve pagare e aspettare come tutti gli altri. La priorità è solamente per le sedie a rotelle”. Padre ritira i soldi e va via

E’ la ruota panoramica della vergogna, quella inaugurata a Reggio Calabria Venerdì Santo. Ciò che stiamo per raccontare è una storia triste, di inciviltà e poca sensibilità nei confronti di un bimbo che ha una grave malattia. Un padre narra con dignità e precisione la disavventura sua e della sua famiglia. “Sono Alessandro e pomeriggio con mia moglie e i tre figli, il più piccolo di 6 anni ha un tumore da 5 anni -racconta- passeggiamo sul chilometro più bello d’Italia e pensiamo di fare un giro sulla ruota panoramica. Vado in biglietteria con Lorenzo che sul viso ha la sua mascherina bianca e chiedo 5 biglietti facendo notare il volto di Lorenzo senza farmi accorgere dal piccolo. La bigliettaia mi dice: 25 euro, cioè 5 biglietti interi, senza alcuna riduzione. Sono disponibile a pagare, per fare contenti tutti ma chiedo la precedenza per Lorenzo, visto che lui è stanco e c’è la fila di circa 20 minuti, la pedana è disponibile. Mi viene risposto che la priorità è solamente per le sedie a rotelle. Ritiro allora i soldi e vado via, disgustato del solito modo di fare prepotente di alcuni esercenti. Eppure volevamo solamente vedere Reggio da (un altro punto di vista)”, conclude.

Reggio Calabria, la ruota panoramica della … vergogna! Bimbo con tumore: “deve pagare e aspettare come tutti gli altri”. Ecco l’appello di Don Giovanni Zampaglione

Non manca il pensiero di Don Giovanni Zampaglione sulla triste vicenda del piccolo Lorenzo, costretto a pagare ed aspettare come tutti gli altri per salire sulla ruota panoramica di Reggio Calabria, seppur affetto da grave malattia. Don Zampaglione afferma: “spero che il proprietario si ravveda. Faccio un appello al sindaco di Reggio Calabria: caro Giuseppe Falcomatà questo bimbo è davvero speciale ‘richiami’ il proprietario per far regalare a Lorenzo la gioia del giro sulla ruota panoramica”. Ma a regalare una gioia a Lorenzo e alla sua famiglia potrebbe pensarci anche il direttore del Museo Archeologico Nazionale della Magna Grecia, Carmelo Malacrino, regalando al piccolo Lorenzo un ingresso alla struttura che ospita i Bronzi e dalla cui terrazza si può ammirare un panorama mozzafiato da un punto di vista davvero speciale, ben più alto e suggestivo rispetto alla ruota panoramica, senza una struttura mobile con pochi secondi di tempo ma con una comodità molto più piacevole.


Valuta questo articolo

Rating: 4.2/5. From 40 votes.
Please wait...