Stupro di gruppo a Catania, 19enne violentata e filmata: arrestati 3 ragazzi

19enne adescata, aggredita e violentata a Catania: in manette tre coetanei

Una 19enne di origine americana, ospite di una famiglia a Catania da qualche mese, è stata violentata da tre ragazzi. Si tratta tutti di coetanei di età compresa tra i 19 e i 20 anni, arrestati per violenza sessuale di gruppo. I tre sono stati fermati dai carabinieri lo scorso 21 marzo e il gip ha già convalidato il fermo nei loro confronti. La violenza sessuale si è consumata lo scorso 15 marzo: in tarda serata la giovane è stata avvicinata dai tre, che le hanno offerto da bere e poi l’hanno convinta a spostarsi in un altro bar della zona. Con una banale scusa avrebbero convinto la giovane a salire a bordo della loro auto e l’avrebbero scaraventata nei sedili posteriori. Inutili i tentavi della ragazza di allertare le forze dell’ordine: sembrerebbe che i giovani gli abbiano impedito di usare il cellulare. Poi avrebbero fermato l’auto in una zona appartata vicino Piazza Europa e avrebbero abusato a turno della vittima e ripreso lo stupro con i cellulari. La ragazza è riuscita a denunciare grazie alla madre e alla sorella, che rintracciate al telefono l’hanno incoraggiata a presentare denuncia. Fondamentale il supporto della famiglia di Catania che ospita la ragazza e che ha contattato i militari dell’arma. La vittima è così riuscita a denunciare quello che accaduto in quella notte da incubo. I militari sono entrati in possesso dei file audio e video di quella sera registrati dalla giovane all’interno del bar, compreso un video inviatole la mattina seguente da uno dei suoi stupratori, che ha provato ad invitare la ragazza ad accettare un nuovo appuntamento. Sull’episodio interviene la deputata ars Josè Marano, che commenta: “Lo stupro di gruppo avvenuto a Catania, di cui dà notizia oggi la stampa, è l’ennesimo atto di viltà verso la dignità delle donne, un gesto orribile ed esecrabile che ci porta a riflettere sull’educazione al rispetto ed alla parità dei sessi, che dovrebbe essere impartita a partire dalla più tenera età”. 


Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...