Reggio Calabria, il sindaco di Milano Sala: “dirò ai milanesi che i nostri treni non vengono da Germania o Giappone ma da qui” [INTERVISTA]

  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
/

Il sindaco di Milano Sala in visita alla Hitachi Rail Italy di Reggio Calabria

Oggi, giovedì 21 marzo, il Sindaco di Milano Giuseppe Sala, si è recato in visita presso la Hitachi Rail Italy a Reggio Calabria. Dopo il sopralluogo presso la Hitachi, il Sindaco di Milano Sala e il Vicesindaco di Reggio Calabria Riccardo Mauro, hanno incontrato i giornalisti nel Salone Mons. Ferro di Palazzo Alvaro.

Intervistato ai microfoni di StrettoWeb, il sindaco di Milano Giuseppe Sala ha affermato che “dalla Hitachi Rail Italy di Reggio Calabria usciranno i treni della nuova metropolitana di Milano che sarà quella più delicata e innovativa perchè porterà da Linate al centro della città in soli 14 minuti e lo scopo della visita era duplice, da un lato verificare lo stato di avanzamento dei lavori e avere garanzia che il primo treno arriverà a Milano prima dell’estate e dall’altro avere il piacere di dire ai milanesi che i nostri treni non vengono prodotti in Germania o in Giappone ma a Reggio Calabria. L’Italia ha delle qualità industriali importantissimi e a volte sconosciute”.

Sala a Reggio Calabria: “non condivido la spinta delle Regioni, rischi divisioni”

Non condivido la spinta autonomista partita dal Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna, anche se le pulsioni non si fermeranno, non perche’ sia da considerare ingiusta la richiesta di potere disporre sul proprio territorio di piu’ risorse, ma perche’ e’ necessario che cio’ avvenga all’interno di un disegno istituzionale che guardi con la dovuta preoccupazione, le condizioni di vita di quegli italiani meno fortunati, valorizzando un quadro di interventi unitario senza cui il Paese rischierebbe di dividersi pericolosamente“. Lo ha detto il sindaco di Milano Giuseppe Sala, oggi a Reggio Calabria. “Lo vado dicendo da tempo in ogni occasione: cominciamo da subito – ha aggiunto – ad affrontare concretamente una realta’ fatta di oltre 8000 mila comuni, 80 province, 14 citta’ metropolitane, a mio parere un numero eccessivo e con problematiche ormai quotidiane, come il pericolo di dissesto di decine e decine di comuni, di grandi citta’ come Reggio Calabria, anche per l’impoverirsi nel tempo dei trasferimenti dello Stato centrale“.

Ue, Sala a Reggio Calabria: “momento difficile ma bisogna resistere”

Bisogna rinforzare concretamente il percorso europeo. E’ un momento difficile e bisogna resistere. L’Europa pero’ non puo’ continuare a parlare solo di economia e finanza“. Afferma Giuseppe Sala. “Di converso e’ necessario pero’, come ha dimostrato un recente servizio di Milena Gabanelli, che il nostro Paese si attrezzi con maggiore efficacia per recuperare quanto piu’ possibile finanziamenti comunitari, magari come gia’ avviene nel resto dell’Europa, individuando le citta’, con i loro problemi di coesione e di emergenze sociali, quali interlocutrici al posto delle regioni, e non mi riferisco solo alle regioni del Mezzogiorno“.

Sala, sinistra ha dovere elaborare proposte comprensibili

Credo che la sinistra abbia il dovere di elaborare proposte comprensibili, con piu’ capacita’ di relazionarsi con le persone, l’opinione pubblica piu’ vasta, un nuovo modo di fare politica che valorizzi la parte piu’ estesa di quel mondo che non si rassegna alla destra e che ha dato prova di se animando e organizzando quella grande manifestazione popolare di qualche settimana addietro che ha riempito piazza Duomo all’inverosimile, uno straordinario impegno civile e un poderoso segnale politico al resto del Paese“. Afferma ancora il sindaco di Milano Giuseppe Sala.

Sindaco Sala a Reggio Calabria: “Milano è il modello guida per il Paese”

Oggi, e lo dico senza arroganza, Milano e’ diventata il modello guida per il Paese, per i suoi servizi alla persona ed al sistema delle imprese, per la sua accoglienza e ospitalita’, tant’e’ che il 19% della popolazione residente e’ straniera“. A dirlo il sindaco di Milano Giuseppe Sala. “E‘ chiaro che Milano non puo’ fare un percorso a se stante perche’, alla fine, e’ diventata grande proprio perche’ ha saputo fare rete, accogliere ed integrare migliaia di meridionali, un processo di integrazione che ben ricordano i piu’ anziani milanesi, che ha generato crescita e sviluppo, e non solo nella moda, nei servizi avanzati e nell’industria, ma persino nel turismo, visto che lo scorso anno sono stati quasi nove milioni i visitatori giunti nella mia citta’ per conoscerne l’arte, i musei, le manifestazioni culturali“.

Di seguito il discorso integrale del Vicesindaco Mauro

“È con orgoglio ed immutata stima ed amicizia che, in questa giornata che celebra l’inizio della Primavera, ho il pregio di salutare il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, anche a nome del Sindaco Giuseppe Falcomatà, purtroppo assente per impegni istituzionali che lo hanno portato a Roma nell’interesse della comunità reggina. Sala rappresenta una fra le migliori e più apprezzate figure nel panorama politico nazionale; un sindaco che ha fatto di Milano un’autentica capitale europea e dal quale ogni buon amministratore dovrebbe prendere spunto ed ispirazione. Così come dovremmo prendere spunto ed ispirazione dagli operai della Hitachi che oggi ammiriamo per l’efficienza con la quale svolgono il loro lavoro, in particolare nella produzione dei mezzi della nuova metropolitana milanese.
E’ il segno che pure il nostro tessuto produttivo nell’industria dei trasporti rappresenta un’eccellenza in campo internazionale. E’ la Reggio bella, gentile ed operosa che, quotidianamente, ci sforziamo di costruire e fare emergere. E’ a loro che va il mio personale ringraziamento e quello dell’amministrazione Falcomatà che oggi ho l’onore di rappresentare. Perché è anche grazie a loro, alla professionalità indefessa ed all’impareggiabile dedizione dimostrate, se Milano ha scelto il centro delle ex Omeca di Reggio Calabria quale sede per il completamento di una delle opere più importanti per il proprio piano della mobilità.
Dunque, per noi, la giornata odierna riveste motivo di doppia soddisfazione vista l’occasione di poter esaltare l’impegno e la laboriosità dei miei concittadini messi al servizio di una delle più rinomate capitali europee e, al tempo stesso, poter rinnovare i miei più cordiali sentimenti di amicizia e condivisione con uno dei primi cittadini fra i più capaci dell’intero Paese.
Caro Beppe, oggi si rinnova l’antica amicizia fra le nostre due amate città. Milano, come puoi ben immaginare, si può considerare a tutti gli effetti il sesto capoluogo calabrese nonché il quartiere più a nord del Comune di Reggio Calabria. Intere generazioni di reggini, infatti, hanno trovato conforto proprio sotto la Madonnina. E’ lì che si sono affermati come studenti, lavoratori o classe dirigente diventando germogli di un albero che affonda le proprie radici nel profondo del nostro territorio baciato dal mare dello Stretto di Messina.
Quello fra Reggio Calabria e Milano è un legame antico ed è indimenticabile il contributo della popolazione lombarda nelle fasi successive al terribile terremoto che, nel 1908, rase completamente al suolo la nostra città e la dirimpettaia Messina. A distanza di 111 anni, vi diciamo: “Grazie ancora”.
Il Sindaco Sala, al termine dell’incontro, ha voluto augurare il suo personale “in bocca al lupo” al Sindaco Giuseppe Falcomatà, quest’oggi impegnato a Roma nella importantissima battaglia che lo vede in prima linea per scongiurare il dissesto del Comune reggino”.


Valuta questo articolo

Rating: 3.3/5. From 4 votes.
Please wait...