Messina si colora di arcobaleno: nella città dello Stretto arriva il primo Gay Pride

AFP/LaPresse

Gay Pride a Messina: 10 consiglieri comunali chiedono l’adesione dell’Amministrazione

Anche Messina avrà il suo gay Pride. L’iniziativa è in programma il prossimo 15 giugno. E dal consiglio comunale arriva la richiesta di una partecipazione attiva  da parte dell’Amministrazione comunale. Alla proposta del consigliere di Libera Me Alessandro Russo hanno già aderito i consiglieri Cannistrà, Argento, Schepis, Mangano, Cipolla, De Leo, Caruso, Sorbello e Rotolo. L’evento, organizzato dal Comitato Locale prevede una giornata di celebrazione in difesa dei diritti delle comunità LGBTQI: Messina per la prima volta in assoluto sarà una delle 4 tappe siciliane della serie di iniziative organizzate per il “Pride 2019”, assieme alle città di Palermo, Catania e Siracusa. Il Pride quest’anno inoltre riveste particolare importanza la celebrazione della tappa del 2019, poiché cade nel cinquantesimo anniversario della prima marcia di difesa dei diritti delle comunità omosessuali e discriminate per genere sessuale, che si tenne dopo i fatti dello ‘Stone Wall’ appunto nel 1969.

Il consigliere Russo, con il supporto dei nove colleghi, posto che “la vocazione politica delle Amministrazioni cittadine debba essere quella del perseguimento di ogni atto e azione che possano costantemente pervenire a un livello di inclusione e di rispetto sempre più diffuso e radicato“, ritiene necessario che l’Amministrazione aderisca “formalmente alla tappa messinese del “Pride 2019”, con propria delegazione, alle attività del Comitato organizzatore e di impegnare l’Amministrazione Comunale a porre in essere tutte le iniziative e i provvedimenti amministrativi che siano di competenza dell’Ente Locale al fine di poter far svolgere adeguatamente le attività previste in data 15.06.2019 nell’ambito del “Pride 2019”.

 


Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...