Claudio Chiappucci a Reggio Calabria: il mito del ciclismo italiano a Palazzo Alvaro

Domani “El Diablo” a Reggio Calabria: un occasione imperdibile per conoscere leggendario corridore, il racconto delle strategie di gara delle volate e delle fughe che lo hanno incoronato campione

Passione nello sport, energia nella vita del ciclista italiano soprannominato El Diablo fanno da attrattiva al Workshop intitolato “In fuga per la leggenda’’ che vede al culmine dell’evento seminariale la straordinaria partecipazione proprio di Claudio Chiappucci, campione amatissimo del ciclismo andato tre volte al podio nel Tour de France, primo al Giro d’Italia e vincitore di una fantastica impresa Milano-Sanremo.

Domani alle 10:00 in esclusiva per UniReggio è aperto al pubblico il salone Perri di Palazzo Corrado Alvaro in Piazza Italia per l’incontro tra il leggendario corridore e la gente desiderosa di ascoltare dalla sua viva voce il racconto delle strategie di gara, delle pedalate rotonde, delle rampe più ripide, dello sprint sulle due ruote, delle volate e delle fughe che lo hanno incoronato campione, per rivivere a fondo tutte le sue emozioni. Vincendo al Sestriere nel 1992, dopo la fuga di 200 km è stato protagonista della volata più famosa del ciclismo del Tour de France.

Si annuncia, quindi, un’eccellente occasione per conoscere il Mito del Ciclismo italiano che, raccontandosi al pubblico, ripercorre i successi e le sfide, vissute per la gioia del pubblico e l’esaltazione delle masse, nella ricca e lunga carriera del varesino guest star. Nel racconto dell’uomo rimane e si rinnova il ricordo del successo raggiunto nel 1992, col traguardo dorato della maglia gialla del Sestriere, per la gloria tricolore e soprattutto degli italiani che hanno presenziato a quelle imprese.

Il Workshop targato Decathlon Italia Gioia Tauro e Asi Italia si sviluppa di concerto tra diverse istituzioni sportive, amministrative e accademiche del settore fisioterapia, perché ha la prerogativa di essere un unicum, cioè un evento unico nel sud Italia al quale tutti sono partner, felici di presenziare a Reggio Calabria.

Nel programma della giornata sono in scaletta gli interventi di rappresentanti e autorità. Ad introdurre i lavori innanzitutto è il Presidente UniReggio Prof. Paolo Antonio Ferrara che anche questa volta mostra l’intenzione di arricchire l’offerta formativa del curricolo di studi del Corso di Laurea in Fisioterapia con presenze significative del panorama nazionle. Il Presidente “unireggino” ha concretizzato questo percorso di studi in sinergia con UCM Campus Universitario di Malta di fama internazionale.

Nella scaletta seguono i saluti istituzionali del padrone di casa Sindaco della Città Metropolitana Avv. Giuseppe Falcomatà  il cui punto di vista è di osservare gli effetti della presenza universitaria in Città e lo sviluppo di un circuito costruttivo, della crescita culturale, sociale ed economica che si diffonde come indotto del setore accademico.

A seguire è il Vicepresidente ASI Italia Dott. Tino Scopelliti, la cui presenza richiama il senso dell’ampio coinvolgimento di tutte le fasce sociali nella pratica sportiva e della diffusa partecipazione della tifoseria del ciclismo su strada nella specialità che ha la prerogativa di animare le vie e le piazze, suscitando interesse.

Di seguito il Consigliere Regionale della Calabria Delegato per lo Sport e le Politiche Giovanili On. Giovanni Nucera, presenziando all’evento, costruisce la cornice di riferimento dell’iniziativa politica sportiva e il Dott. Cesare Binetti Direttore Decathlon Gioia Tauro, che ha in atto la collaborazione con UniReggio, illustra come il centro di attività commerciale rappresenti un punto di riferimento per molte iniziative a scopo sociale.

Per entrare nel vivo del Workshop sono inclusi gli interventi teorico-tecnici del Primario di Cardiologia dell’Ospedale Santa Maria degli Ungheresi di Polistena Dott. Vincenzo AMODEO che tratta “Disordini del ritmo cardiaco nello sportivo” e del Dirigente Medico U.O.C.  Recupero e Riabilitazione G.O.M. di Reggio Calabria Dott. Vincenzo Polimeni sull“Ergonomia funzionale nel ciclismo quale approccio ludico-sportivo”.

A completare la costruzione della lezione multidisciplinare sono: il Responsabile del Reparto Ciclismo Decathlon Gioia Tauro Dott. Vittorio Mastroianni che presenta alcuni “Tipi di bici e le loro caratteristiche: i benefici del pedalare” e il Dott. Bruno Idà Responsabile Ricerca FarmaLife che spiega  “L’importanza del benessere col naturale”.

A concludere è proprio la massima attrattiva della giornata il campione della “tappa delle tappe” Claudio Chiappucci che si racconta come uomo ed atleta con semplicità. La forma fisica e la preparazione tecnica dell’agonista sono in sintonia con la formazione degli studenti di Fisioterapia, presenti per attingereda lui  passione e capacità tecniche.

L’appuntamento non consiste in un traguardo di fine corsa- per usare il gergo ciclistico– ma di una tappa in cui la squadra Chiappucci prepara altre iniziative per la prossima stagione: una serie di proposte turistico-sportive che hanno lo scopo di contribuire al benessere psicofisico della cittadinanza e proporre agli agonisti un percorso sul territorio reggino-calabrese, che raramente viene rilanciato per le sue risorse culturali e ambientali.


Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...