Sicilia, si finge tassista e stupra una ragazza: condannato a 10 anni di carcere [NOME e DETTAGLI]

Sicilia, finto tassista adesca una giovane turista e la stupra: uomo condannato a 10 anni e 6 mesi di reclusione

Ingannata, violenta, derubata e abbandonata per strada. È andata così, quella maledetta sera di maggio del 2017, per una giovane turista inglese, vittima della furia cieca di un finto tassista di Palermo. L’uomo, Martino Biuso, 47 anni, in realtà è un pregiudicato e disoccupato e nei suoi confronti il Tribunale di Palermo ha deciso la condanna di 10 anni e 6 mesi. Le accuse nei suoi confronti sono di sequestro di persona, rapina e violenza sessuale. Quella notte di maggio la ragazza dopo una discussione si era allontanata dal gruppo di amiche ed è stata adocchiata da Biuso mentre camminava da sola in via Roma. La 23enne scambiandolo per un tassista è salita a bordo della sua auto, sedendosi sui sedili posteriori. Ingenuamente la ragazza ha dato il suo indirizzo di casa, ma approfittando dell’equivoco, l’uomo ha condotto l’auto in una stradina di campagna e ha abusato senza pietà della giovane ragazza. Sembrerebbe che, prima che si consumasse il reato carnale, la giovane sia riuscita a contattare la cugina. Consumata la violenza, Biuso ha abbandonato la ragazza in strada, portando con sé il telefono della giovane. La 23enne è stata poi soccorsa da una guardia giurata, che l’ha condotta alla polizia.

 


Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...