Il vino, la birra, la Salsiccia, la Madonna, il Signore, la Juventus e qualche testata: ecco dove finiscono i soldi della Città Metropolitana

Falcomatà Mauro Città Metropolitana

Reggio Calabria, il Sindaco Falcomatà ha firmato nel giorno di San Valentino i finanziamenti della Città Metropolitana per gli eventi del 2018: ecco dove finiscono i soldi pubblici, mentre la città è devastata nel degrado più assoluto

Reggio Calabria sta vivendo il momento più buio e degradato della propria storia democratica con le strade ridotte a mulattiere, cumuli di spazzatura e case senz’acqua persino d’inverno in ogni quartiere. Il Sindaco Falcomatà si giustifica spiegando che “non ci sono soldi“, addossando le responsabilità di questo degrado alle  precedenti amministrazioni” (un po’ come fanno i grillini al Governo!), nonostante le “precedenti amministrazioni” risalgono ormai a 7 anni fa.

Eppure il Sindaco soltanto nel 2018 ha finanziato con la bellezza di 500 mila euro tutta una serie di iniziative, alcune certamente meritevoli ma molte altre più che discutibili. Falcomatà, infatti, proprio nel giorno di San Valentino, il 14 Febbraio 2019, ha firmato la delibera n° 22 del 2019 sul “riparto dei contributi alle associazioni culturali“. Scorrendo l’elenco degli eventi finanziati, di culturale troviamo poco con rare eccezioni. Cinquecento mila euro a destra e a manca per eventi ludici di ogni tipo, sagre di quartiere, eventi di discoteca, serate di vino, birra, salsiccia, eventi religiosi per celebrare santi patroni e presepi (come se la Chiesa avesse bisogno dei soldi pubblici per mantenere le proprie tradizioni!), e addirittura un Juventus club. E’ questa la “cultura” di Falcomatà?

Nell’elenco dei finanziamenti approvati per gli eventi del 2018, infatti, troviamo tra gli altri, ben 3.500 euro per il “Magico Natale”3.250 euro per una “festa di fine estate”, 2.895 euro alla Parrocchia Maria SS Assunta di Armo2.500 euro per la festa della birra2.352 euro per i festeggiamenti per la Madonna della Montagna di Santa Maria d’Itria di Rosalì, 2.350 euro per una “festa medievale”2.062 euro per lo slalom automobilistico Arangea-Gallina, 1.950 euro per un “Mercatino di Natale”1.500 euro allo Juventus Club “Gigi Buffon” di Gallina per la “premiazione dello Juventus Club”, 1.430 euro per “le vie dei presepi”, 1.400 euro per un altro festival della Birra, 990 euro per la fiera del fumetto950 euro per i festeggiamenti popolari di Maria SS delle Grazie, 870 euro per la festa del vino784 euro per la sagra del fungo, 650 euro per la sagra del pane di grano, 595 euro per un workshop disco dance e freestyle500 euro per una “Salsicciata in piazza” organizzata dall’Associazione ONLUS Padre Costantino Barcelloni, 500 euro per il Festival degli Aquiloni.

Ci sono poi dei finanziamenti ai mass-media: evidentemente a Falcomatà non bastano i selfie sui suoi canali facebook, così ha elargito ben 10 mila euro a tale Associazione Farcose per un evento di una radio locale, 7 mila euro a tale Associazione Urba, editrice dell’unica testata giornalistica cittadina che continua ad essere tenera nei confronti di un’Amministrazione travolta dagli scandali, e 4.950 euro a tale Associazione Calabria LIVE per un “portale di documentazione e informazione” così tanto conosciuto che SimilarWeb (il punto di riferimento internazionale per la popolarità dei giornali online), neanche riesce a stimare come traffico e posizionamento, e in cui – guarda caso – oggi non c’è traccia della notizia del rinvio a giudizio di Falcomatà & company per lo Scandalo del Miramare. Sarà ovviamente soltanto una coincidenza…

Insomma, i soldi ci sono eccome. Ma anzichè asfaltare le strade e raccogliere la spazzatura, i nostri Amministratori li utilizzano così.


Valuta questo articolo

Rating: 4.1/5. From 48 votes.
Please wait...