Estorsioni in Sicilia, ex sindaco si consegna in carcere: deve scontare 6 anni e 10 mesi

Sicilia: si è consegnato in carcere l’ex sindaco di Montelepre, dovrà scontare 6 anni e 10 mesi di reclusione per estorsione aggravata

Si è presentato spontaneamente al carcere di Palermo l’ex sindaco di Montelepre Giacomo Tinervia. Il 60 enne sabato scorso si è recato al Pagliarelli, dove dovrà scontare la pena di 6 anni e 10 mesi per estorsione aggravata e induzione indebita a dare o promettere utilità. Nell’aprile 2013 Tinervia era stato arrestato nel blitz “Grande mandamento” e, dopo alcuni giorni di detenzione, era stato rimesso in libertà. L’ex sindaco era stato assolto in primo grado nel processo “Nuovo mandamento”, nel quale erano coinvolti diversi esponenti mafiosi del territorio di San Giuseppe Jato e Partinico. Tinervia era accusato di aver chiesto soldi per i lavori di ristrutturazione di una palestra del paese. In appello la sentenza è stata ribaltata: l’ex sindaco, unico imputato,  è stato condannato con l’accusa di aver fatto l’intermediario tra l’imprenditore vittima di estorsione e le cosche locali.

 


Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...