“Per la Lega eravamo terroni di merda, Salvini in Sicilia vuole solo rubare voti”: il PD di Faraone scende in piazza contro il Governo

Sicilia, il PD scende in piazza contro la manovra. Faraone sfoggia una maglietta con Salvini: “Io non dimentico, per la Lega eravamo terroni di merda”

“La manifestazione del 12 gennaio ci serve per ricordare chi sono i leghisti quelli che vengono qui a rubare i voti, mettono in Sicilia un segretario di Busto Arstizio Candiani  e chiedono ai siciliani di votare le loro politiche“. Lo ha detto il segretario regionale del Pd siciliano Davide Faraone in occasione della presentazione a Palermo della manifestazione contro la manovra nazionale, prevista nella giornata di sabato 12 gennaio nelle principali piazze italiane per dire no alla “manovra delle tasse e delle bugie e dire no all’autonomia rafforzata delle Regioni del Nord che azzoppa il Sud“. Faraone e gli altri oggi  hanno indossato t-shirt con stampati i volti degli esponenti di Calderoli, Borghezio, Salvini  con la scritta “Io non dimentico” e gli insulti leghisti pronunciati contro il sud, come: “Forza Etna, Forza Vesuvio” e  “Terroni di merda”.  Per il segretario PD la manovra è stata “approvata con modalità più da stato autoritario che da democrazia parlamentare“. Faraone ha inoltre annunciato che di iniziative come quelle di sabato: “ne faremmo tante perché noi dobbiamo diventare sempre più partito di strada”. 


Valuta questo articolo

Rating: 3.3/5. From 3 votes.
Please wait...