Ogni squillo pagava oltre 400 euro a settimana per una stanza: sequestrata casa a luci rosse in Sicilia

Scoperto un giro di prostituzione in Sicilia, la Polizia sequestra una casa a luci rosse a Palermo: le squillo pagavano oltre 400 euro a settimana al proprietario dell’appartamento

Scoperto un giro di squillo in Sicilia. Italiane e straniere pagavano oltre 400 euro a settimana in cambio di una stanza, lo hanno scoperto gli agenti della Polizia di Stato che quest’oggi hanno sequestrato a Palermo, in via Principe di Paternò, una casa a luci rosse. Il proprietario dell’appartamento è stato denunciato con l’accusa di sfruttamento della prostituzione. Le indagini sono scattate a seguito di una via vai sospetto di uomini dall’appartamento. Nell’abitazione lavoravano donne palermitane e straniere disposte ad offrire anche servizi extra come il trasporto dall’aeroporto di Palermo.

 


Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...