Cosenza, Carabinieri in prima linea contro la violenza di genere: in caserma arriva una stanza per l’ascolto protetto

Il Comando Provinciale dei Carabinieri di Cosenza e l’Associazione Soroptmist insieme contro la violenza sulle donne

 Nell’ambito delle iniziative di sensibilizzazione avviate per la campagna mondiale denominata “Orange The World”, dal 25 novembre al 10 dicembre 2018, luci di colore arancione illumineranno le facciate della caserma “Gen. D. M.O.V.M. Filippo Caruso”, sede del Comando Provinciale Carabinieri di Cosenza, e della caserma “Brig. M.A.V.M. Paolo Grippo”, sede della Compagnia Carabinieri di Cosenza.

L’iniziativa, promossa dall’Associazione Soroptmist di Cosenza, è stata immediatamente accolta con entusiasmo dall’Arma dei Carabinieri, che da sempre è attivamente impegnata a prevenire e contrastare ogni forma di violenza ed, in particolare, quelle più odiose in danno delle fasce più vulnerabili, tra cui certamente donne e bambini.

I Carabinieri del Comando Provinciale di Cosenza hanno progressivamente potenziato le capacità di intervento operativo in questo specifico ambito, a partire proprio dall’attività preventiva, ritenendo prioritario decifrare, con la necessaria tempestività, ogni possibile dissidio in ambito familiare o il deteriorarsi di legami nelle relazioni affettive.

Ma, trattandosi di una problematica dalle profonde radici culturali e sociali, i Carabinieri hanno deciso di abbattere ogni forma di “barriera”, concordando con i Dirigenti degli Istituti Scolastici un fitto calendario di incontri con gli studenti, nella consapevolezza che bisogna costruire nuovi modelli comportamentali partendo proprio dalle scuole e dai giovani.

Tra le iniziative concrete in favore dei soggetti più deboli, di assoluto rilievo è l’avvio della progettualità, definita nell’ambito della storica collaborazione tra Arma e Soroptimst, volta alla realizzazione, presso la sede della Compagnia Carabinieri di Cosenza, della cosiddetta “Stanza tutta per sé”, un ambiente confortevole dedicato in via esclusiva all’ascolto protetto di donne e bambini vittime di violenza.