Ustica, completati i lavori di ripristino della banchina del porto. Assessore Falcone soddisfatto: “Stop all’isolamento”

Completati i lavori di ripristino della banchina del porto di Ustica danneggiata dalle mareggiate, soddisfatto l’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone: “Grande impegno del Governo Musumeci nel ridurre i gap infrastrutturali nelle Isole Minori. Mai più isolamento”

In meno di dieci giorni è stata ridata piena funzionalità alla banchina Santa Maria nel porto dell’isola di Ustica.

Sono stati infatti ultimati i lavori di ripristino e messa in sicurezza dell’approdo che era stato danneggiato dalle mareggiate di novembre. Per scongiurare un grave pregiudizio per i collegamenti con Palermo, l’Assessorato regionale delle Infrastrutture si era tempestivamente mobilitato per avviare e concludere l’intervento in pochi giorni.

Per la comunità di Ustica è stata realizzata un’opera vitale – sottolinea l’assessore Marco Falcone grazie alla sinergia virtuosa di tutto gli attori in campo, dalla Capitaneria di Porto, alla Delegazione di spiaggia di Ustica, fino all’amministrazione comunale, ai tecnici del Dipartimento Infrastrutture e alle maestranze in azione”.

La banchina è stata rinnovata mediante la posa di una moderna pavimentazione corazzata: “Agli abitanti delle Isole minori – ha aggiunto Falcone – il Governo Musumeci ha promesso un forte impegno nella riduzione dei gap infrastrutturali e nel potenziamento dei trasporti per poter così allontanare senso d’isolamento e disagi da anni mai affrontati”. Per l’assessore la strada intrapresa è quella giusta: “Servono risposte immediate per le Isole minori e stiamo lavorando costantemente in tal senso. Già nelle scorse settimane la Regione, tramite Liberty Lines, ha attivato una nuova linea veloce con il porto di Palermo grazie all’aumento delle risorse per Ustica assicurato dal Governo Musumeci. La prossima settimana – conclude Falcone – saremo a Pantelleria dove abbiamo convocato la compagnia danese Dat per affrontare e risolvere i problemi nei collegamenti aerei in continuità territoriale”.


Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...