Reggio Calabria, Stanza 101: “problema idrico e perdite colabrodo: chi paga?”

Reggio Calabria, Stanza 101: “sembra mancare un’adeguata e programmata manutenzione della rete che distribuisce l’acqua in città, favorendo così guasti e la conseguente dispersione”

“È di poche settimane fa l’acclamata inaugurazione della Diga del Menta, eppure il problema della mancanza d’acqua a Reggio rimane. Addirittura, ultimamente, stiamo assistendo anche ad un moltiplicarsi delle perdite idriche in giro per tutta la città. Perché?  È possibile ipotizzare che, con l’approvvigionamento del Menta, è stata immessa nel vecchio sistema idrico una maggiore quantità di acqua senza, però, attivare le nuove reti che sono esistenti ma in alcune zone restano scollegate? Tra l’altro, sembra anche mancare un’adeguata e programmata manutenzione della rete che distribuisce l’acqua in città, favorendo così guasti e la conseguente dispersione”, è quanto scrive in una nota #AmaReggio / Stanza 101 – Cenacolo Culturale Impertinente. “Ad ogni guasto, prima o poi -prosegue la nota- seguirà anche una riparazione che, ovviamente, il Comune dovrà pagare attingendo fondi dalle tasse dei cittadini. Ma non solo. Molti non sanno che l’acqua dispersa in mille rivoli sulle strade “colabrodo”, non raggiungerà mai i rubinetti di casa nostra ma, comunque, arriverà nelle bollette da pagare. Infatti, l’acqua dispersa viene comunque pagata a Sorical come fornitura comunale, quindi, il correlato costo viene distribuito sui canoni che devono sostenere il servizio. Un danno economico e la beffa per la mancata erogazione di acqua a favore dei cittadini. Insomma, a pagare siamo sempre noi reggini”, conclude la nota.