Reggio Calabria, edilizia scolastica: quasi ultimati i lavori per l’Istituto professionale di Locri

La struttura scolastica a Reggio Calabria sarà pronta in estate e  potrà ospitare oltre 500 studenti . Sarà composta da ventidue aule, dieci laboratori, una palestra ed un’aula magna

Era il 15 giugno 2017 ed il progetto legato all’edilizia scolastica muoveva i primi passi attraverso la giornata di “consegna dei lavori” di un nuovo e fondamentale plesso, l’Istituto Professionale di Locri e Siderno: oggi, i lavori di realizzazione della nuova sede dell’Istituto volgono al termine rispettando il cronoprogramma stabilito.

La moderna struttura scolastica sarà pronta in estate e  potrà ospitare oltre 500 studenti. Sarà composta da ventidue aule, dieci laboratori, una palestra ed un’aula magna.

Venerdì 30 novembre 2018 il Consigliere della Città Metropolitana Demetrio Marino si è recato sul posto per sopralluogo di verifica dello stato di attuazione dei lavori alla presenza del Sindaco di Locri, Giovanni Calabrese, del vicesindaco Raffaele Sainato, del tecnico della Città Metropolitana, l’Architetto Brianti, la Direzione lavori e la Ditta Esecutrice.

L’Istituto è stato sviluppato secondo un sistema a corte, con una superficie complessiva di circa 4.800 mq, ripartita su tre livelli per un’altezza complessiva di circa 12.00 m, la struttura scolastica offre numerosi ambienti in più rispetto a quelli richiesti, aumentando l’offerta didattica.

La particolare conformazione spaziale della corte, aperta verso l’esterno, offre alla città la possibilità di fruire di spazi aggregativi diversamente caratterizzati e arricchiti da elementi come la parete d’acqua, il giardino botanico e la scultura mitologica che rafforzano l’integrazione dell’opera in un contesto ricco di storia e cultura come la città di Locri.

Il forte rapporto ricercato con la città fa sì che il progetto si configuri come nuova centralità periferica, capace di innescare nuovi ed importanti processi di trasformazione del particolare contesto in cui si inserisce.

Il nuovo edificio è in via di realizzazione grazie ad un importo pari a 3,8 milioni di euro finanziati con i Fondi “FOREVER”, individuati subito dopo la tragica scomparsa del Presidente del Consiglio regionale, dott. Franco Fortugno.

“Guardiamo con fiducia al futuro – ha dichiarato il delegato all’Istruzione della Città Metropolitana Demetrio Marino – e non vediamo l’ora di poter assistere all’inaugurazione del nuovo plessoStiamo implementando un percorso che è iniziato qualche anno fa dalla ex Provincia, ma che abbiamo voluto sostenere con forza nell’interesse dei ragazzi, osservando le emergenze di questa area e programmare in sinergia tra gli Enti Locali e le Istituzioni scolastiche. Non vogliamo andare più alla ricerca di aule o affitti, non vogliamo rincorrere le emergenze, ma vogliamo e dobbiamo dare edifici dove i ragazzi possono cogliere l’offerta formativa in maniera concreta ed il linea con le nuove tecnologie”. “Sono contento – ha poi concluso – perché attraverso l’input del sindaco metropolitano Giuseppe Falcomatà, stiamo offrendo soluzioni concrete e  forti per affrontare e superare le criticità dell’edilizia scolastica, non per la soddisfazione della politica ma del territorio tutto”.

Entro il prossimo mese di gennaio 2019, invece, verrà pubblicato il bando per il nuovo Istituto Alberghiero – 6,5 milioni di euro – e per l’adeguamento e messa in sicurezza dell’ex Magistrale Mazzini, oggi Liceo Linguistico, per un importo di 3,6 milioni di euro.