Reggio Calabria, ospedale Morelli: grido d’allarme dei residenti, “costretti a vivere chiusi in casa, ci stanno facendo ammalare”

Una lettrice di StrettoWeb segnala la situazione di estremo disagio in cui sono costretti a vivere i residenti di viale Europa a Reggio Calabria: “Rumori assordanti e pericolose esalazioni, costretti a chiuderci in casa. Ci stanno facendo ammalare”

Grido dall’allarme dei residenti del viale Europa a Reggio Calabria, costretti ormai da tempo a convivere con “rumori assordanti e cattivi odori” provenienti dal vicino ospedale Morelli. Una nostra lettrice segnala la situazione di estremo disagio dei residenti, ecco di seguito il suo racconto:

“Buongiorno, scrivo a StrettoWeb per segnalare che, in Viale Europa, 49 esiste un complesso residenziale e  stiamo assistendo a quello che si chiama inquinamento ambientale e acustico. 

Di fronte il condomino dove abito ormai da 35 anni c’è l’ospedale Morelli grazie a Dio, un ospedale funzionante in molti aspetti con personale qualificato e con un progetto di ampliamento bellissimo, se si realizzerà.

Ma purtroppo devo segnalare che da anni, hanno impiantato dei compressori adiacenti alla strada, che inquinano sia dal punto di vista ambientale perché bruciano gasolio (e per il cattivo odore oltre ai monossidi di scarico dobbiamo rimanere con le finestre chiuse), sia per un rumore assordante che si sente fortissimo di giorno e che si amplifica notevolmente la notte, quindi da una parte curano i malati e dall’altra parte ci fanno ammalare.

Invitiamo il direttore Sanitario, di prendere urgenti provvedimenti in merito per fare verificare l’impianto ed intervenire al più presto, laddove per motivi che ormai questa città conosce, cioè la strafottenza istituzionale, saremo costretti come condomini a riservarci a denunciare il quanto alle autorità competenti“.

Firmato: Aurelia Calabrò