Reggio Calabria: ritorna il Festival del cinema spagnolo

Ritorna a Reggio Calabria il Festival del cinema spagnolo con “Mujeres Cineastas” una selezione di film di qualità inediti dalla Spagna in versione originale sottotitolata in italiano

Il Festival del cinema spagnolo, dopo aver celebrato a Roma la sua 11° edizione, chiude un’annata ricca di proiezioni in tutta Italia, e ritorna a Reggio Calabria il 7 e l’8 dicembre  all’Università Università per Stranieri “Dante Alighieri” e al Cinema Metropolitano DLF, con “Mujeres Cineastas” una selezione di pellicole di qualità dedicata alle cineaste spagnole dell’ultima generazione. A introdurre la rassegna saranno presenti i direttori artistici, Iris Martín Peralta e Federico Sartori, fondatori della manifestazione giunta al suo 11° anno di vita.

  • Si parte venerdì 7 dicembre (ore 16.30) con “La noche que mi madre mató a mi padre – La notte che mia madre ammazzò mio padre” scritto e diretto da Inés París, esilarante black comedy campione d’incassi in patria; Sabato 8 al cinema Metropolitano D.L.F., sarà il turno di “Todos queremos lo mejor para ella” dramma-commedia a sfondo psicologico della giovane e talentuosa catalana Mar Coll; l’acclamato e pluripremiato “El Olivo” di Iciar Bollain scritto da Paul Laverty (sceneggiatore di Ken Loach); e infine il magnetico noir ambientato nei Pirenei “La próxima piel” di Isa Campo e Isaki Lacuesta, con la grande attrice Emma Suarez (“Julieta” di Almodovar) come protagonista.
  • I titoli in programma riflettono al meglio sensibilità e tematiche diverse tra loro, ma c’è un preciso filo rosso che li unisce, la libertà espressiva al servizio della storia, spaziando dalla commedia al noir, passando per il dramma psicologico e la denuncia sociale.

Il Festival del cinema spagnolo, riceve il sostegno dell’Ambasciata di Spagna, AC/E e l’Instituto Cervantes di Napoli, e l’attiva collaborazione dell’Università per Stranieri Dante Alighieri, la Fondazione con il Sud, la Calabria Film Commission, il circolo culturale Zavattini e il CineLab Méliès.

Tutte le proiezioni, in alta definizione, sono sempre in versione originale sottotitolata in italiano.