Reggio Calabria: in 200 per il casting del lungometraggio “Sandrino” con Pasquale Caprì

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Reggio Calabria: due giorni di casting per il film “Sandrino”, amatissimo personaggio ideato dall’attore Pasquale Caprì, le cui riprese inizieranno nel prossimo gennaio

Un palco, tanti volti e un obiettivo a immortalare sogni e speranze. Questa in sintesi la due giorni di casting per il film “Sandrino”, amatissimo personaggio ideato dall’attore Pasquale Caprì, le cui riprese inizieranno nel prossimo gennaio. Circa duecento i candidati presentatisi il 30 novembre e l’1 dicembre 2018 presso il CineTeatro Metropolitano di Reggio Calabria per partecipare ai provini condotti dal regista Lorenzo Amadeo, dal co-regista e sceneggiatore Davide Manganaro, ovvero coloro che decideranno chi entrerà a far parte del cast del lungometraggio, e alla presenza di Caterina Callipo (Direttore Casting), Eleonora Caracciolo (Direttore Fotografia) e Giuseppe Bruzzese (Produttore Esecutivo). “Una splendida esperienza anche per noi – ha detto Lorenzo Amadeo -. Non ci aspettavamo una partecipazione così ampia, che coprisse tante fasce d’età. Abbiamo valutato tanti volti, alcuni potenzialmente adatti a determinati personaggi, ma siamo solo all’inizio – ha spiegato il regista -. L’orario di chiusura casting era fissato alle 16 ma per valutare tutti abbiamo dovuto sforare almeno un paio d’ore in entrambi i giorni. È stato un duro lavoro”. Duro lavoro che ha incontrato anche la disponibilità e l’assistenza di Franco De Marco, presidente del Dopolavoro Ferroviario di Reggio Calabria, che ha concesso l’utilizzo del CineTeatro Metropolitano, e l’associazione Angeli Bianchi che si è occupata della sicurezza in due giornate dal grande fermento. Giovani seduti sui gradini d’ingresso, meno giovani in piedi ad attendere il proprio turno o seduti in platea ad osservare le altrui performance… il tutto in un mix di emozioni e tensioni da vivere tutte d’un fiato. Eppure il provino si è svolto in modo semplice e lineare, senza richieste particolari da parte della commissione. “Si è trattato di un semplice test – ha aggiunto Amadeo -, nessuna domanda o prova tecnica. Generalità a parte, abbiamo chiesto, per esempio, il perché avevano deciso di partecipare a questo casting, il livello di interesse verso il mondo cinematografico e poco altro”. Non tutti i ruoli sono stati individuati e presto verrà fatto un secondo casting per l’assegnazione definitiva anche se… tra i volti scrutati durante il casting, un ruolo è stato virtualmente assegnato “perché – ha svelato il regista, socio di Immedia Live – incarna esattamente uno dei personaggi della sceneggiatura. Quale? Al momento è un segreto – dice sorridendo -, crediamo sia giusto comunicarlo prima all’interessato”. Nonostante non fosse richiesto, qualcuno ha voluto recitare un brano che aveva preparato, anche perché tra i candidati più di qualcuno vantava esperienze precedenti nel settore. “In tanti provenivano dalla Sicilia, dalla provincia reggina – ha precisato Lorenzo Amadeo -, addirittura delle agenzie, tra le quali una di Milano, hanno inviato i loro aspiranti attori. E il fatto è di per sé lusinghiero. Le scelte che io e il co-regista Davide Manganaro effettueremo dovranno poi essere confermate in un secondo step, nel corso di un casting personalizzato per i candidati ritenuti idonei”. E così, in attesa che arrivi il 2019 con il primo “ciak si gira!” di “Sandrino”, per tanti volti passati davanti a quell’obiettivo…