Escalation di rapine a Messina, paura tra i commercianti: arriva un nuovo sistema di sicurezza, sarà collegato direttamente con la Polizia

Emergenza rapine a Messina, un nuovo sistema di sicurezza potrà garantire il collegamento diretto tra gli esercenti e le forze di Polizia, bypassando il numero unico 112

La recente riunione con il Questore e il tavolo tecnico che si è tenuto in Prefettura, fortemente voluti da Confesercenti Messina, per attivare un  innalzamento dei livelli di sicurezza in città a seguito dell’escalation di rapine delle scorse settimane, hanno fatto emergere la necessità di una collaborazione da parte dei commercianti, affinchè vengano utilizzati sistemi di sicurezza che consentano un intervento più tempestivo possibile da parte delle Forze dell’ordine.

A tal proposito, martedì 11 dicembre alle 11.00, nella sede di Confesercenti Messina di via Placido Samperi, 7 si terrà un incontro aperto agli esercenti, che avrà come obiettivo la sensibilizzazione all’utilizzo di più efficaci impianti di videosorveglianza, collegati direttamente alle centrali operative, che consentano di abbreviare i tempi di arrivo delle forze di Polizia, in caso di rapina.

All’appuntamento parteciperanno il commissario capo Giovanni Puglionisi, dirigente dell’Ufficio di prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Messina e i rappresentanti dell’azienda vincitrice dell’appalto al Ministero degli Interni per il collegamento con i sistemi di videosorveglianza. Nel corso dell’incontro verranno stabiliti i termini di una convenzione tra l’impresa e i commercianti messinesi che vorranno dotarsi della moderna tecnologia. Il sistema di collegamento diretto tra gli esercenti e le forze di Polizia, bypasserà il numero unico 112 e potrà concorrere a reprimere il fenomeno rapine, che negli ultimi tempi ha generato forte preoccupazione non solo negli imprenditori, ma anche nei cittadini, penalizzando ulteriormente il commercio.