Emergenza rapine a Messina, criminalità fuori controllo e commercianti in ansia: sarà un Natale di terrore

Escalation di rapine a Messina, sei colpi messi a segno nel giro di pochi giorni: in città è emergenza criminalità

Cresce la paura dei commercianti di Messina per l’escalation rapine che negli ultimi giorni si è registrata in città. I colpi messi a segno da novembre a oggi salgono a 6: quattro a novembre e due a dicembre, di cui uno in una gioielleria di via dei Mille e l’altro in una tabaccheria a Gazzi.

Nei giorni scorsi Confesercenti Messina ha chiesto e ha ottenuto un incontro col Questore, che ha promesso controlli serrati in città, specie in prossimità delle festività natalizie, periodo nel quale è più alto il rischio che si registrino episodi di tal genere. E per porre argine ad una situazione che rischia di diventare endemica, anche il Prefetto di Messina Librizzi è intervenuto per contrastare questa emergenza. Nella giornata di giovedì è infatti stata fissata la riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza, alla quale parteciperanno il sindaco De Luca, le Forze dell’Ordine e i rappresentanti delle Associazioni dei Commercianti. L’obiettivo è quello di predisporre tutte le misure necessarie per contrastare le attività predatorie. Intanto nelle prossime settimane anche la Confesercenti di Messina incontrerà gli associati e promuoverà una campagna con l’obiettivo di incentivare l’adozione di strumenti tecnici che possano favorire la prevenzione delle rapine.