Reggio Calabria: presentato il progetto “Bambart”, consentirà di costruire un parco giochi [FOTO e INTERVISTA]

  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
/

Reggio Calabria: presentato il progetto “Bambart”, consentirà di costruire un parco giochi presso la struttura sportiva “Francesco Cozza” di Croce Valanidi

Idee, progetti, programmazione, impegno, volontà. Questi, solo alcuni degli elementi utili per poter indirizzarsi verso un… mondo migliore. No, non è uno slogan né una frase fatta. E’ ciò che sta tentando di realizzare l’Associazione Antigone – Osservatorio sulla ndrangheta. Come? Attraverso “Bambart”, il progetto vinto all’interno del programma europeo “No Planet B” che consentirà di costruire un parco giochi presso la struttura sportiva “Francesco Cozza” di Croce Valanidi, a pochi metri dalla sede dell’Associazione. E’ di questo che si è parlato stamane al Salone dei Lampadari di Palazzo San Giorgio. Tramite una conferenza stampa aperta a tutti, infatti, l’Associazione Antigone – insieme al Comune di Reggio Calabria – ha presentato il progetto. A presenziare, la Presidente Antonella Bellocchio, il Responsabile del progetto  Pasquale Cutrupi, Michele Favano (in rappresentanza del Centro Sportivo F. Cozza), il Consigliere Delegato a parchi e giardini Paolo Brunetti, l’Assessore con delega alla cittadinanza e alla partecipazione attiva Irene Calabrò e la Consigliera Delegata ai beni confiscati Nancy Iachino. Obiettivo? Come sopracitato, creare un parco giochi che possa diventare luogo di aggregazione per famiglie e bambini. Luogo di unione all’insegna della cura e del rispetto del verde e degli spazi aperti. In primis infatti, grazie anche all’aiuto dei ragazzi del quartiere di Croce Valanidi e dei ragazzi dei contesti territoriali limitrofi, si procederà alla pulizia degli spazi esterni al centro sportivo. Passo successivo, l’installazione delle giostre e l’inserimento di aiuole che possano rappresentare uno spazio nuovo, pulito, più colorato. Tutto questo collegato all’avvio della campagna “My Green”, in cui imprenditori, aziende, associazioni verranno invitati ad adottare una zona verde o un’aiuola del parco, in modo tale da poter trovare i fondi necessari per gli ordinari costi di manutenzione. Ma “Bambart” è anche sensibilizzazione della comunità verso il tema del riciclaggio creativo, grazie al Laboratorio Rici-Clown.  Laboratorio che prende avvio con la visione dello spettacolo “Ali” (di e con Sara Gagliarducci), che racconta la storia di una buffa clochard di nome Mimì la quale costruisce il proprio mondo utilizzando l’immondizia che trova in strada in maniera creativa. Successivamente, prenderanno il via le attività laboratoriali che si concluderanno con un evento finale in cui verrà coinvolta l’intera comunità. Si può, verrebbe da chiedersi collegandosi al discorso introduttivo, educare la comunità ad un mondo migliore? La risposta è sì. Essenziale, per una ricetta da 10 e lode, inserire gli ingredienti giusti.